"VI SUPPLICO: CONVERTITEVI!" (REGINA DELLA PACE-MEDJUGORJE)

Mese: Gennaio 2022 Pagina 1 di 12

IL COMBATTIMENMTO SPIRITUALE

PERCHE’ GLI EVENTI DEI DIECI SEGRETI VENGONO RIVELATI TRE GIORNI PRIMA

Cari amici,

gli eventi dei segreti di Medjugorje verranno annunciati tre giorni prima che accadono, specificando che cosa accade, dove accade e in che momento accade ( minuto, ora, durata dell’evento).

La Madonna ha chiesto a Mirjana di scegliere un Sacerdote che dia questo annuncio per ognuno dei dieci segreti. Il Sacerdote non dovrà fare  altro che  leggere, senza nulla omettere o  aggiungere, quanto scritto sulla pergamena che la Madonna ha dato a Mirjana nella apparizione del Natale del 1982, giorno in cui le fu svelato il 10 segreto.

Su questa pergamena sono scritti, con una calligrafia particolare, i dieci segreti, dedicando ad ognuno poche righe. Nessuno è in grado di leggere questa pergamena se non Mirjana stessa e  il Sacerdote che dovrà  annunciare il segreto. Il Sacerdote incaricato sarà in grado di leggere  solo il  segreto indicato, ma non i successivi.

La pergamena verrà mostrata  al Sacerdote  una settimana prima dell’annuncio. Questa settimana sarà dedicata alla  preghiera e al  digiuno. L’annuncio dovrà  essere dato tre giorni prima che accada l’evento.

Non vi è  dubbio che   un annuncio profetico che si realizza  attira  l’attenzione e nel medesimo tempo aumenta la credibilità delle apparizioni di Medjugorje. Man mano che gli annunci si mostrano veritieri tale credibilità aumenta.

In questo senso l’annuncio del terzo segreto che riguarda un segno (visibile, indistruttibile, durevole, che viene dal Signore) che comparirà  improvvisamente sulla collina delle prima apparizioni, diverrà un evento scioccante dalla risonanza mondiale.

La Madonna non ha spiegato perché la rivelazione di ogni segreto viene fatta tre giorni prima. Però,  parlando a Mirjana, ha detto di averle  mostrato “cose terribili”. Ivan e la stessa Mirjana hanno affermato che i segreti riguardano il mondo e la Chiesa, con una sottolineatura per la Chiesa.

Questo porta a concludere che l’annuncio tre giorni prima ha un valore salvifico di grande importanza. Infatti in quei tre giorni le persone hanno il tempo per  riflettere se credere o non credere e quali decisioni prendere.

Si tratta infatti di eventi localizzati, dei quali viene specificato il momento e la durata. Dalla decisione delle  persone può dipendere la loro salvezza o  la  loro rovina. Per quanto Dio sia misericordioso non può salvarci se noi non crediamo.

Di  qui  l’importanza di arrivare a questi appuntamenti decisivi, per se stessi e per  l’umanità, interiormente preparati dalla fede e dalla  preghiera. Questi momenti arriveranno per quelli che credono e per quelli che non credono. Ci è  stato offerto tutto il tempo necessario per prepararci. Ma questo tempo è sempre più breve.

Vostro Padre Livio

PADRE LIVIO: LE TRE FASI DEL TEMPO DELLA APOCALISSE

FACEBOOK:

https://it-it.facebook.com/114014721969820/videos/361637769123968/?so=channel_tab&rv=all_videos_card

UNO SGUARDO DI FEDE SULL’ATTUALITA’

Pensiero Spirituale sulla rielezione del presidente della Repubblica

Cari amici,

la rielezione di Sergio Mattarella è un fatto unico, difatti è la prima volta che un presidente firmi un secondo mandato settenario.

Vorrei collocare questo fatto nel contesto storico nel quale stiamo vivendo.

La Madonna ha detto chiaramente che è venuta a chiamare l’umanità per l’ultima volta alla conversione.

«Queste mie apparizioni qui a Medjugorje sono le ultime per l’umanità.
Affrettatevi a convertirvi!»

(17 aprile 1982)

«Sono venuta a chiamare il mondo alla conversione per l’ultima volta.
In seguito non apparirò più sulla terra: queste sono le mie ultime apparizioni»
(2 maggio 1982)

La Madonna è venuta perché la situazione del mondo era già grave all’inizio delle apparizioni, col passare del tempo è peggiorata. Fin dall’inizio era venuta per dirci che voleva realizzare il piano che aveva iniziato a Fatima, dove aveva rivelato l’egemonia anticristica della Russia (che si sarebbe poi convertita) e la promessa del Suo Cuore Immacolato.

Nel 1991 ammonì sulla volontà di satana di distruggere le nostre vite e il nostro pianeta, di fatto in quell’anno avvennero fatti inaspettati: il comunismo crollò, l’8 dicembre 1991 venne sciolta l’Unione Sovietica, il 25 dicembre lo stendardo rosso sovietico fu abbassato dal Cremlino per l’ultima volta e sostituito con la bandiera tricolore russa e Eltsin dichiarò fuorilegge il partito comunista che era al potere. La Madonna ci chiamò alla preghiera e al digiuno perché voleva realizzare ciò che aveva iniziato a Fatima. È quindi verificabile che quando accadde fu inatteso, non profetizzato da nessuno ma realizzato dalla Madonna.

«Satana è forte e desidera distruggere non solo la vita umana ma anche la natura e il pianeta su cui vivete»
(25 gennaio 1991)

Vi invito alla rinuncia durante nove giorni, affinché con il vostro aiuto sia realizzato tutto quello che voglio realizzare attraverso i segreti
che ho iniziato a Fatima.
(25 agosto 1991)

Da questi fatti si evince proprio come dietro le apparizioni di Medjugorje c’è la storia di questo mondo. Le apparizioni di Medjugorje hanno un impatto storico incredibile, straordinario per cui le classi dirigenti mondiali non possono assolutamente continuare a snobbate o irridere questa presenza che è fondamentale per il futuro dell’umanità.

Ci troviamo di fronte a due strade: una che porta alla distruzione del mondo, l’altra che porta a un tempo di primavera. La Madonna si è messa proprio davanti alla strada dell’autodistruzione proprio per sbarrarcela e per indicarci la via della vita, di un tempo di pace e di primavera per tutta l’umanità.

Non si può continuare a ignorare le ammonizioni della Madonna: riguardano tutti, riguardano il futuro del mondo.

La Madonna ha ripetuto in modo sistematico in questi quarant’anni che senza Dio non c’è futuro, non c’è pace, non c’è vita eterna.

La Regina della pace in questi quarant’anni è stata colei che ci ha indicato veramente quello che sta accadendo nel mondo.

Lei stessa è la Donna dell’Apocalisse, infatti è apparsa a Medjugorje coronata di dodici stelle e nel medesimo tempo ci ha svelato l’altro attore della storia, ovvero satana sciolto dalle catene (anch’esso un’immagine apocalittica).

Sono le due presenze in questo tempo che ci indicano che questo è il tempo dell’Apocalisse: la Vergine Maria viene a realizzare la promessa che ha fatto a Fatima, ovvero il trionfo del suo Cuore Immacolato.

La Madonna ha scandito i tempi e con la sua presenza è qui perché in palio c’è la salvezza delle anime che da una parte sono bramate da satana, dall’altra la Madonna vuole portare in Cielo.

La rielezione di Sergio Mattarella non deve essere presa alla leggera perché noi cristiani abbiamo pregato tanto affinché la Madonna facesse in modo che venisse eletta una persona che secondo Lei era all’altezza, soprattutto in vista dei tempi futuri. Personalmente auspicavo che venisse eletta una donna perché credo che le donne siano più sensibili ai richiami spirituali, ma non è detto. La possibilità c’era ma è mancato un po’ di coraggio e forse a livello internazionale ci sono state delle pressioni.

La rielezione di Sergio Mattarella, come dicevo all’inizio, è un fatto nuovo che non può essere considerato solamente dal punto di vista politico. Bisogna saper fare la teologia della storia e vedere i segni dei tempi che accadono. Questa elezione è un nuovo settennato in un momento in cui scadono i  quarant’anni delle apparizioni della Madonna a Medjugorje, in una prospettiva di un  tempo di tribolazione (perché di questo si tratta).

La Madonna ha detto che Satana vuole distruggere le nostre vite e il pianeta sul quale viviamo, ma Dio ci ama e ha mandato la Madonna per salvarci!

Dobbiamo aprire gli occhi e vedere i segni dei tempi, i segni di Dio nella storia. Questo lo devono fare soprattutto le persone che hanno grandi responsabilità. Loro devono essere le prime a capire che in una situazione drammatica come questa solo Dio, la fede e la preghiera possono salvarci. Il mondo senza Dio non ha nessun futuro….E’ la strada della rovina. L’Italia dovrebbe dare il buon esempio alle altre nazioni rimettendo Dio e i suoi comandamenti a fondamento della società.  Come dice il romanzo di Robert  Benson non è l’uomo ma è Gesù Cristo il “Padrone del mondo”.

Dall’editoriale “Le tre fasi del tempo dell’ Apocalisse”

☕IL CAFFEINO QUOTIDIANO DI P. LIVIO☕

🌾🪔P.LIVIO IN VIDEO DIRETTA DALLA NOSTRA CAPPELLA PER PENSIERO FESTIVO E BENEDIZIONE🪔🌾

FACEBOOK: 

https://fb.watch/aS9snlbD1_/

🌟🖊️CI SCRIVONO🖊️🌟 

Condivisione  e consigli

Carissimo Padre Livio,

Innanzitutto ringrazio Dio per gli strumenti che mette nelle mie mani al momento giusto. In questo periodo della mia vita lo strumento usato per guidarmi è proprio Radio Maria, le vostre preghiere e le sue catechesi. 

Sentirla parlare ha riacceso nuovamente e ancora più forte il mio amore per la Madonna e per i suoi messaggi. 

La Madonna appare da 40 anni tutti i giorni ma viviamo come se questo non accadesse… Sentirla parlare della Madonna e dei suoi messaggi è un grande dono per me e mi riporta sull’unica strada giusta che è quella di Cristo.

Grazie!

Mi riempio di gioia, di pace e di speranza, in questo periodo in cui tutto sembra volerci schiacciare nella paura e nell’angoscia come se già non bastassero le paure che derivano dalle nostre ferite interiori e da una vita immersa in una società senza Dio. 

In merito alla comunicazione e ai mass media sono d’accordo con lei e con i suoi ascoltatori. Per certi versi però mi sembra a volte che non abbiamo scampo se non per grazia di Dio. Sono mamma di una bambina di 5 anni che maneggia smartphone e tablet da quando è nata, posso dire per colpa mia e del padre. Ci unuformiamo troppo facilmente alle abitudini mondane e senza accorgercene ne diventiamo terribilmente schiavi.

Cartoni e programmi per bambini sono a dir poco diseducativi e le nuove applicazioni come Disney plus, Netflix, prime video hanno sezioni per bambini che riportano film e video che non sarebbero adatti nemmeno per gli adulti. La maggior parte dei cartoni, serie e film riportano stereotipi e idee che vengono inculcate nella testa dei bambini che poi ripetono frasi e imparano concetti di cui non capiscono nemmeno il senso ma che diventano il loro modo di pensare. Le donne devono essere belle, alla moda per essere accettate dagli uomini. Devono avere successo e ricchezza per essere interessanti e per essere degne di considerazione. La pubblicità crea falsi bisogni e crea dipendenze. Ed è ovviamente strumento del male per corrompere le coscienze sin dall’infanzia. 

Mia figlia è dipendente dalla TV e dai giochi pubblicizzati. Ogni giorno ne chiede uno nuovo e non comprende la bellezza di quello che ha già e a soli 5 anni misura la sua felicità e infelicità sulla base di quello che ha o non ha.

Se non guarda la TV o il cartone che le piace piange e si dispera come se esistesse soltanto quello. Per non parlare poi di incantesimi, magie, streghe.. Ma dove sono programmi per bambini che raccontano di Gesù Cristo, dei santi, della Madonna? 

Cerco adesso di staccarla pian paino dalla sua dipendenza ma sono una mamma sola e a volte per fare una telefonata o per lavorare le accendo la TV.

Sono fiduciosa che riuscirò a disintossicare anche lei pian piano.. Anche se il padre ha anche lui il suo ruolo ed ha una visione diversa dalla mia ritenendo giusto far guardare TV e cartoni a mia figlia la sera e non solo, vanificando in parte i miei sforzi.

Non nego di essere preoccupata per l’anima di mia figlia che è così intaccata dai progetti del maligno. 

Fortunatamente non mi privo di ascoltare coroncine e rosari e il periodo iniziale della pandamia che ci ha chiuso in casa ci ha dato la grazie di poter seguire messe tutti i giorni e rosari tutti i giorni così mia figlia si è abituata a questo e ascolta.

Ultimamente mi chiede di ascoltare radio Maria e si addormenta a volte con voi 

Una volta ha sentito in una sua catechesi che dopo l’apocalisse ci saranno cieli nuovi e un mondo nuovo senza morte e senza sofferenza, ha sbarrato gli occhi e mi ha detto: mamma ma è vero??? Era felicissima… Allora tu non morirai??

Il giorno dopo pregava mentre era da sola in bagno e quando sono entrata mi ha detto: mamma mi hai disturbato! Stavo pregando il Signore che questo periodo in cui tu non muori arrivi presto!

Grazie quindi a voi che siete davvero una voce cristiana nella nostra casa e nella nostra vita. 

sempre. 

IL COMBATTIMENTO SPIRITUALE

LE TRE FASI DEL TEMPO DELL’APOCALISSE

Cari amici,

il tempo dell’Apocalisse riguarda la tappa finale della Storia della Salvezza, che è incominciato con le apparizioni della Regina della Pace.

La Madonna ha detto che queste di Medjugorje sono le sue ultime apparizioni e che non verrà più a chiamare l’umanità alla conversione.

Non sappiamo quanto durerà il tempo dell’Apocalisse, ma sappiamo che si concluderà con la venuta di Cristo nella gloria come Salvatore e giudice del mondo.

Questo tempo di grazia e di eventi drammatici è scandito da tre fasi, come appare chiaramente dal libro dell’Apocalisse e dalle rivelazioni private a Mistici e a Santi, in particolare nelle apparizioni mariane.

Non sappiamo quale sia la durata di queste fasi, però possiamo conoscerne le connotazioni alla luce della fede, nel discernimento dei segni dei tempi e negli insegnamenti del Magistero della Chiesa.

La prima fase la stiamo vivendo ora e si estenderà fino a compimento dei dieci segreti. E’ un tempo in cui la Madonna sarà presente con apparizioni quotidiane e proteggerà la Chiesa e il mondo dalla furia distruttiva di satana e di coloro che lo seguono.

Questa fase ci riguarda direttamente in quanto saremmo chiamati ad essere forti e saldi nella fede, ad essere testimoni della speranza e ad aiutare gli sbandati a trovare rifugio sotto il manto di Maria.

Le ipotesi circolanti sulla lunghezza di questa fase non hanno nessun fondamento su ciò che la Regina della pace e i sei veggenti ci hanno comunicato. Ogni segreto ha una data, ma solo loro la conoscono.

La seconda fase è contrassegnata dal trionfo del Cuore Immacolato di Maria e da un tempo di prosperità e di pace per tutta l’umanità.

Il potere di satana sarà limitato dall’ effusione dello Spirito Santo e dalla fioritura della Chiesa. Pure in questo caso è impossibile fare ipotesi di durata, anche se sarebbe bello che si prolungasse a lungo.

La terza fase vedrà il più grande attacco delle potenze del male all’opera della creazione della redenzione. Le nazioni saranno sedotte e si ribelleranno a Dio ” Il loro numero sarà come la sabbia del mare” (Ap 20, 8).

Allora verrà Cristo sulle nubi del Cielo con potenza e gloria grandi per salvare il suo popolo , mentre dirà basta per sempre all’impero del male e ai suoi operatori. ” Un fuoco scese dal cielo e li divorò” ( Ap 20,10).

Vostro Padre Livio

🌟🖊️CI SCRIVONO🖊️🌟 

Perché dalla Chiesa non si parla più  dell’azione del demonio

Buonasera Padre Livio! 

Mi chiamo Andrea e da qualche tempo la seguo su Radio Maria e ho letto alcuni dei suoi libri e tutto ciò mi è stato di grande conforto nella crescita della fede. A 38 anni compiuti mi trovo( sia con i miei amici sia con i miei colleghi) a sentirmi un “extraterrestre” a testimoniare la fede in Cristo Gesù mi sento rispondere : la scienza ha spiegato tutto noi discendiamo dalle scimmie…punto tutto qui. ” personalmente mi dispiace per loro, a parte pregare per la loro conversione non so cosa poter fare, ma questo non turba la mia fede.!! Quello che invece mi lascia perplesso è che nella Chiesa non si parla più dell’ azione del maligno e nemmeno lo si ricorda. Perché accade questo? Ho a più riprese (per tre volte…. ) chiesto al mio parroco di insegnare di nuovo (visto che pochissimi la conoscono) la preghiera a San Michele Arcangelo se non fosse possibile al termine della Messa almeno da recitare in privato, magari con una preghiera stampata nel giornalino della parrocchia, ma ho constatato che questa mia richiesta non è stata mai presa in considerazione. Con tutto il rispetto che porto al mio parroco ne sono rimasto amareggiato, perché in momenti bui come questi non ricorrere al potente aiuto di San Michele Arcangelo contro la malvagità dei demoni?? Mi sono permesso poi di comprare una cinquantina di santini in carta con la preghiera a San Michele che ho lasciato all’ entrata della chiesa ma il giorno dopo erano stati rimossi. Questo mi lascia perplesso da chi in primis ha il compito di difendere la fede del popolo.

Cordiali saluti Andrea. 

Caro  Andrea,

come avrai notato il Santo Padre parla spesso del demonio.  

Anche tutti noi sacerdoti dovremmo farlo, tanto più  che ne  parla il Vangelo che   leggiamo nella S.  Messa 

Ave Maria

Padre  Livio

UNO SGUARDO DI FEDE SULL’ATTUALITA’

Pensiero Spirituale sull’invito fatto dalla Madonna alla preghiera personale (messaggio del 25/1/2022)

Certamente la preghiera di domanda è quella che si presta di più alla preghiera personale. Tuttavia sarebbe un errore fermarci alla preghiera di domanda, che può riguardare una gamma infinita di necessità: da quelle spirituali a quelle materiali.
La Madonna ci ha assicurato che la preghiera compie miracoli nei cuori e nel mondo.

«Con la preghiera e il digiuno anche le guerre si possono respingere» (25/2/2021).
«Solo con la preghiera e il digiuno anche le guerre  possono essere fermate». (25/2/2003)
«Solo con la preghiera e il digiuno anche le guerre si possono fermare, le guerre della vostra incredulità e della paura per il futuro». (25/2/2001)
«Voi avete dimenticato che con la preghiera e il digiuno si possono allontanare anche le guerre e persino sospendere le leggi naturali». (21/7/1982)

Gesù stesso ha detto: “Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto. Perché chiunque chiede riceve, e chi cerca trova, e a chi bussa sarà aperto” (Mt 7,7). È proprio da Gesù che viene questo impulso a rivolgersi a Dio senza paura e fiduciosi nella sua larghezza di maniche nel concedere le grazie.      
A Rue du Bac la Madonna è apparsa con molti anelli sui quali c’erano tante perle, alcune delle quali erano luminose, altre no. La veggente ha chiesto perché alcune perle non erano luminose. La Madonna ha risposto che quelle erano le grazie che avrebbe voluto concedere ma che non erano state chieste. La Madonna ha detto che avrebbe concesso tutte le grazie a chi si fosse recato proprio lì e le avesse chieste pregando in ginocchio. Il Santuario di Rue du Bac è bellissimo e davanti all’altare c’è una fila di persone in attesa di inginocchiarsi a chiedere personalmente una grazia.

La preghiera personale, quindi, è soprattutto la preghiera di domanda. Ma non solo. Nella preghiera personale possiamo chiedere perdono per le nostre mancanze e per i peccati commessi. Fermo restando che il Sacramento della Confessione è insostituibile (proprio perché è un Sacramento), non possiamo ogni giorno confessarci. Possiamo però chiedere perdono a Dio tutti i giorni. Basta un Atto di dolore per ottenere il perdono dei peccati veniali. Se poi è l’Atto di dolore perfetto, ovvero una contrizione vera e propria, può cancellare anche i peccati mortali (come ci ha insegnato San Tommaso D’Aquino), mantenendo comunque l’impegno della Confessione.

Mio Dio, mi pento e mi dolgo con tutto il cuore dei miei peccati, perché peccando ho meritato i tuoi castighi, e molto più perché ho offeso te, infinitamente buono e degno di essere amato sopra ogni cosa. Propongo con il tuo santo aiuto di non offenderti mai più e di fuggire le occasioni prossime di peccato. Signore, misericordia, perdonami.

Se la richiesta è sincera, Dio ci perdona sempre.

La preghiera personale può essere di ringraziamento. È importante ringraziare Dio per tutto quello che ha fatto per noi durante la giornata: ci aiutato, ci ha illuminato, ci ha protetto. Se ringraziamo ci mettiamo nella condizione di ottenere altre grazie.    
A questo proposito l’episodio biblico della Guarigione dei lebbrosi ci insegna molto. Gesù aveva guarito dieci lebbrosi, nove dei quali non erano tornati a ringraziarlo. Solo uno di loro, tornò indietro in seguito alla guarigione e si gettò ai piedi di Gesù rendendo lode a Dio. Gesù lo benedisse dicendo: «Alzati e va’, la tua fede ti ha salvato

La preghiera personale può essere anche di lode, specialmente quando si contempla la bellezza del Creato, quando si vede l’opera di Dio nei cuori che cambiano. In questo caso con la preghiera si loda Dio per la sua grandezza, per l’infinità del suo amore, per la sua Misericordia.

La preghiera personale può essere anche di affettuosità. È la preghiera fra l’anima innamorata di Dio e Dio stesso. Anche questo aspetto è importante perché l’affettività con Dio deve essere coltivata. Con la preghiera di affettuosità ci sentiamo figli del Padre Celeste, fratelli di Gesù, sentiamo l’amore materno di Maria. La componente affettiva non può essere trascurata, è una delle componenti più importanti.

Nessuno può vivere senza affetto. Tutti possiamo vivere dell’affetto più grande, più bello e più nobile che c’è, ovvero l’affetto del Padre Celeste, di Gesù, di Maria e dello Spirito Santo che è amore del Padre e del Figlio.

☕IL CAFFEINO QUOTIDIANO DI P. LIVIO☕

Pagina 1 di 12

Radio Maria APS - Via Milano 12, 22036 Erba (Co) - CF 94023530150 - Powered by WordPress

Privacy policy