"VI SUPPLICO: CONVERTITEVI!" (REGINA DELLA PACE-MEDJUGORJE)

Categoria: CI SCRIVONO Pagina 1 di 28

🌟🖊️CI SCRIVONO🖊️🌟 

Perché gli angeli ribelli non sono stati perdonati?

Caro padre Livio,

sono un ascoltatore fedele di Radio Maria e in questo periodo seguo con attenzione le catechesi legate al libro “L’invidia il morso del diavolo”.

Queste catechesi mi hanno però fatto sorgere un dubbio, che desidero esporre alla Sua attenzione.

Lei ha detto, giustamente, che il peccato di invidia è più antico dell’uomo, perché fu commesso da Lucifero e dagli angeli ribelli prima della creazione di Adamo e di Eva.

Ed anche che “Lucifero si era stancato” di essere inferiore a Dio, con quel che ne è seguito.

Il dubbio è questo: poiché anche Lucifero e i suoi angeli erano creature del Signore, quindi creature come siamo noi benché molto più perfette e nobili (all’inizio), io mi chiedo: perché a loro non è stata data alcuna possibilità di pentimento e quindi di redenzione ?

La legge dell’Amore e della misericordia non vale per tutto il creato e quindi, almeno in teoria, anche per gli angeli ribelli ?

Forse che Dio ha amato di meno gli angeli del Cielo dell’uomo, ultimo nato nell’universo ? A me questo non pare possibile.

Mi aiuti, padre Livio, a risolvere questo dubbio, e grazie di cuore !

Giorgio

Caro Giorgio.

La decisione  per Dio o contro Dio che noi prendiamo nel tempo dell’intera  vita  fino all’ultimo istante,  gli angeli, essendo puri spiriti, l’hanno presa in  modo irrevocabile in un istante solo.

Irrevocabile significa che, se  anche  fosse stato dato il  perdono, l’avrebbero rifiutato. Così avviene anche   per le anime dannate.

Per  questo dobbiamo   ogni giorno fortificarci nel nostro  amore  per Dio

Ave Maria

Padre  Livio

🌟🖊️CI SCRIVONO🖊️🌟 

🌟🖊️CI SCRIVONO🖊️🌟 

Perché la  Madonna ha scelto proprio sei veggenti?

Perché nessuno  di loro è  stato chiamato alla  vita consacrata?

Carissimo p. Livio,

sono trascorsi quasi trent’anni da quando ho iniziato a seguirla attraverso Radio Maria e devo a Lei, oltreché al mio parroco di allora, i miei primi passi nel cammino di conversione. E Dio solo sa quanto sono grato a Lei e a questa Radio per il vostro “sì” quotidiano alla Madonna e per il sevizio che fate a Lei e alle nostre anime. Il Signore vi benedica!

Soprattutto ringrazio Dio per tutto quello che mi ha donato, incluse le sofferenze, perché è così che sono arrivato ad essere quello che sono, ovvero un uomo di 51 anni, con tanti limiti dovuti alla propria storia, felicemente sposato, con tre figli piccoli e un quarto in arrivo, ma soprattutto con la certezza di essere amato dal Signore della Vita!

Mia moglie ed io siamo insegnanti precari, ma nonostante questo, e tutte le altre difficoltà che la vita e questo tempo ci pongono innanzi, andiamo avanti, sicuri che Dio ci conduce per mano, anche quando cadiamo nella tentazione di pensare che si sia dimenticato di noi. Dentro il nostro cuore sappiamo che non è così, ma mi rendo conto che capita di comportarci come se invece lo fosse, lasciandoci prendere dallo scoraggiamento sia per il presente che per il futuro, soprattutto pensando ai nostri figli. A volte sono solo attimi, altre volte sono momenti più o meno lunghi, ma alla fine è sempre la Madonna che ci tira fuori da questa nebbia che si crea attorno a noi per confonderci e impaurirci. I Suoi messaggi, il Santo Rosario, l’Eucaristia, la Riconciliazione sacramentale, Radio Maria e Lei, padre Livio, siete i nostri alleati privilegiati nel cammino che Dio ci sta indicando, segni del Suo Amore infinito per noi. La stessa presenza della nostra Madre celeste a Medjugorje è per noi un segno incommensurabile di quanto Gesù ci ami e voglia la nostra felicità già su questa terra, in attesa del grande Segno che apparirà sulla montagna nel tempo prestabilito.

Senza però voler entrare nel merito di quello che sarà il “terzo segreto”, per il quale sto ascoltando e leggendo, attraverso Radio Maria, delle interpretazioni bellissime, vorrei confrontarmi con Lei su quello che per me sarebbe un altro segno, seppur piccolo, che fa parte della realtà delle apparizioni della Madonna della Pace. Un segno che mi ha sempre interpellato e a cui non avevo saputo dare, almeno fino a questo momento, una risposta: i sei veggenti. Mi sono sempre chiesto, infatti: perché proprio sei? E poi: perché nessuno di loro è stato chiamato alla vita consacrata?

Se la risposta a quest’ultima domanda potrebbe ricercarsi nell’attacco alla famiglia che satana ha sferrato negli ultimi decenni, e quindi nella chiamata di questi sei giovani a vivere la santità nella vocazione al matrimonio, una risposta esaustiva alla prima domanda mi è sempre risultata difficile… fino ad oggi. Sì, perché forse (e sottolineo “forse”) l’ho trovata ed essa avrebbe il suo fondamento nella certezza che la Madonna non fa mai alcunché per caso.

Quindi, perché la Gospa avrebbe scelto proprio sei veggenti la cui vocazione era il matrimonio?

Forse perché sei coppie sono dodici persone, come dodici sono le stelle della Sua corona, ma soprattutto come dodici sono gli Apostoli di Gesù.

Forse perché, se è vero che i singoli veggenti hanno ricevuto una chiamata speciale da Maria, è anche vero che le persone che hanno scelto di accompagnarli nel matrimonio sono diventati con i rispettivi coniugi “una cosa sola” e quindi, in qualche modo, pur nel nascondimento, hanno ricevuto anch’essi una “vocazione nella vocazione”, cioè quella di essere, come coppie di sposi, apostoli di Maria, segno del Suo amore, testimoni dell’Amore Trinitario, fari nella notte per ciascuno di noi in questo tempo unico nella storia dell’umanità. Un tempo che vedrà il trionfo del Cuore Immacolato di Maria e la riconciliazione del mondo con Dio, attraverso la realizzazione dei “dieci segreti”.

Caro padre Livio, non so se la mia interpretazione possa essere corretta né se anche Lei si sia posto la questione, ma mi piacerebbe sapere cosa ne pensa, qualora lo ritenesse opportuno.

In ogni caso, Dio benedica i sei veggenti e le loro famiglie!

Con grande affetto e gratitudine

Luigi da Messina

Ave Maria

🌟🖊️CI SCRIVONO🖊️🌟 

I sottili inganni satanici

Gentilissimo Padre Livio,

Pace a tutti!

Sono Martina di Dueville (VI).

È la prima volta che scrivo. Innanzitutto voglio ringraziarla per l’ Amore, il Tempo e la Dedizione con cui Lei cura le nostre anime in comunione con il Padre Nostro.

È da poco tempo che seguo Radio Maria, sapevo della sua esistenza, ma ho sempre lasciato scorrere il tempo senza mai sintonizzarmi sulle bellissime frequenze della Regina della Pace. Ora sono felice di esserci anch’io!

Ho avuto una vita tribolata, come tutti, la mia fede si era intiepidita, ma Dio non ha mai smesso di cercarmi, di bussare al mio cuore. Finalmente lo scorso anno, con un forte risveglio spirituale, ho risposto “eccomi” alla Sua chiamata. Mi sono riconciliata con Lui, con me stessa e il prossimo. Sto rinascendo,  sono in cammino, Dio è il mio pastore e mi guida! Non ho più paura, lui è con me.

Se posso, desideravo collegarmi alla lettera sul blog di Isabella di Cremona, alla sua domanda sui sottili inganni satanici.

Per esperienza personale trovo l’inganno satanico sottile molto presente nel momento della preghiera. In particolare durante la recita delle orazioni, graditissime a Dio ( Santo Rosario, Coroncina della Divina Misericordia), preoccupazioni di ogni genere, pensieri quotidiani e sul futuro prendono la mente e allontanano dal cuore la preghiera che diventa veloce e ripetitiva. Senza dubbio è un tranello satanico, a volte però non gli diamo abbastanza importanza. 

Io ho imparato ad accorgermene, allora mi fermo, affido tutto a Gesù e alla Mamma Celeste, la gioia ritorna e con essa la preghiera del cuore.

Spero di aver aiutato anche con il mio piccolo pensiero.

Grazie, Grazie,Grazie, caro Padre Livio

Sia Lodato Gesù e Maria

Martina

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Viviamo un tempo dove  la Verità è diventata relativa.

Ognuno pone la sua opinione personale al posto della ” VERITÀ” o peggio, si pone la opinione collettiva al posto della ” VERITÀ”, che è eterna, immutabile, incorruttibile.

Dimostrando oltre che ad essere stolti,  si è pure ingoranti, cioè non si conosce e non si capisce la vera entità del genere umano; e anche se si ha una cultura di tre quattro lauree si “brancola” nel buio più assoluto.

Si vuol far passare a tutti i costi la stoltezza al posto della sapienza.

Il “Relativismo” domina e ľ uomo ne è  succube al punto da non riuscire a capire quello che fa e che non dovrebbe fare, per il bene suo e per il bene dei suoi figli.

Ci si vanta di cose e di comportamenti per i quali invece  ci si dovrebbe vergognare.

Ľ aborto, ľ adulterio, il gender e tutti i disordini e le perversioni sono diventati cose normali di cui bisogna  vantarsi; il” modernismo” ha preso il posto delľ immoralità di cui

bisogna vergognarsi e arrossire piuttosto che vantarsi e gonfiarsi di orgoglio.

Ľ umanità mi fà pena.

È la considerazione più profonda che riesco a fare, ma la tengo solo per me.

Perchè oltre a essere motivo di scandalo e di ragionamento controcorrente , non sarebbe accettata neanche dai giusti; e sicuramente sarebbe perseguitata e giudicata retrograda e sorpassata.

Emanuele

🌟🖊️CI SCRIVONO🖊️🌟 

Gli inganni satanici più sottili

Caro Padre  Livio,

grazie per tenere  così viva  la  presenza della  Madonna e  dei suoi messaggi  attraverso  i suoi interventi quotidiani.

In particolare la ringrazio  per  il  Blog perché  ci permette di partecipare attivamente e  di prepararci ad affrontare un futuro pieno di insidie.

La  Madonna  anche recentemente  ci ha messo in  guardia dagli inganni satanici con  i quali il maligno cerca  di deviarci.

Secondo Lei quali sono quelli più  sottili nei quali  una  persona potrebbe  cadere senza accorgersene?

Isabella da  Cremona

Cara  Isabella,

le  tentazioni   e gli inganni di satana  sono molto personalizzati,  per  cui ognuno dovrebbe umilmente  chiedere a Dio la luce  per  scoprirli. L’orgoglio infatti ci acceca e non  ci fa vedere quello che  gli altri notano di sbagliato nella  nostra vita.

Per le  persone con  sensibilità religiosa gli inganni più  sottili sono quelli dei falsi profeti, delle  pseudo religioni, dei sedicenti veggenti, delle  sette filosofiche  con  i loro falsi Cristi  ecc…,  attraverso i quali satana  allontana dalla vera fede e dalla Chiesa.

La  falsa  religione  è un fenomeno sempre  più  in espansione  in questo mondo secolarizzato e attira nella  palude  della  morte molte  anime.

Ave  Maria

Padre Livio

🌟🖊️CI SCRIVONO🖊️🌟 

PERCHE’ IL TERZO SEGRETO DI MEDJUGORJE E’ IL PIU’ SCONVOLGENTE  E  IMPORTANTE

Cari amici,

un  nostro ascoltatore ci ha inviato una  lettera manoscritta  nella quale spiega quali saranno gli effetti gli effetti straordinari del terzo segreto di Medjugorje.  Non si tratta  di  una  profezia ma di un sapiente ragionamento consequenziale che vale la pena far  conoscere.

Vostro Padre  Livio

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Carissimo Padre Livio,

ti scrivo per farti sapere qual è il mio pensiero  sui dieci segreti di Medjugorje.

Il più importante è  il terzo Segreto, quello del segno Divino e indistruttibile. Il  motivo è  il segno  stesso,  l’umanità  ha bisogno di segni.

Ti ricordo  il  veggente  Juan Diego in Messico,  dove  i Missionari Cattolici  non riuscirono a convertire nessuno al Cristianesimo. E’ bastato il  segno  della  Beata  Vergine Maria  SS.MA, apparso sul mantello del Veggente, e tutto il  popolo  si convertì al Cristianesimo Cattolico.

Il segno del terzo segreto  è molto più potente  e  importante di quello accaduto in Messico, per ragioni che vado di seguito elencando:

  1.  Tutti i Cristiani diventeranno Cattolici
  2. Tutti i seguaci di  altre Religioni si accorgeranno di seguire  Religioni umane ,  mentre comprenderanno  che il  Cristianesimo è  l’unica Religione Divina,  quindi si convertiranno al Cristianesimo Cattolico!
  3. La  Vergine  Maria Santissima sarà  Venerata da  tutti i Cristiani e presa molto in considerazione per  la Funzione  e  il Ruolo che  svolge nel Disegno di Salvezza delle  anime del nostro Signore Dio Padre Onnipotente.
  4. Molti atei si ricrederanno, questo segno sarà sconvolgente  e rivoluzionario, credo  che  molti di loro si convertiranno.
  5. I Cristiani Cattolici aumenteranno di molto  come numero e potrebbero arrivare a 3/4  della  popolazione mondiale.
  6. I signori del  pensiero unico saranno in grande difficoltà di fronte a tale  prova e con il  tempo  spariranno perché nessuno più li seguirà.

Poi i segreti verranno annunciati tre giorni prima   che accadano e ciò  confermerà  a  tutto il  mondo  che sono Divini.

Ti Saluto Cristianamente, CRISTO REGNI!

Giancarlo da Roma

Caro Giancarlo,

mi complimento con te  per l’umiltà  e la sapienza delle tue riflessioni. Hai colto molto bene l’importanza assoluta del segno sulla collina nel  piani di salvezza di Maria.

Non sappiamo quale  segno la Regina della  pace ci donerà, ma sarà un evento ancora  più  grande di  quanto possiamo  immaginare e con effetti salutari per il  futuro dell’umanità  e  della Chiesa.

Ave Maria

Padre Livio

🌟🖊️CI SCRIVONO🖊️🌟 

Ipotesi sul segno di Medjugorje

Caro Padre Livio,

sono d’accordo con Lei che le parole della Madonna riguardo al segno: “molti verranno sulla collina,  si inginocchieranno,  ma  non crederanno”  facciano pensare a un segno di carattere  cristologico,  in  particolare  il fatto che il segno stesso inviterà  a  inginocchiarsi.

Però lei è rimasto nel vago a meno che non  voglia alludere a  una Croce  luminosa come  molti ipotizzano.  Io però al riguardo ho qualche riserva perché una grande  croce dal  1933 troneggia sul  monte  Krizevac.

Allora quale sarebbe in concreto questo segno cristologico che invita a  inginocchiarsi e che comunque sia  significativo per  il  mondo intero? 

Lei si è fatta una sua ipotesi? La tiene per  sé  fino al momento della rivelazione?

Gino da Piacenza

Un ascoltatore di Radio Maria da quasi trent’anni.

Caro Gino,

Premesso che il  soprannaturale   sorprende,  un’ipotesi sul segno me la sono fatta  basandomi  soprattutto sulla  Bibbia, come  ama fare  la  Madonna.

Sono d’accordo con te che  una Croce,  per quanto luminosa, finirebbe  per  duplicare quella sul monte Krizevac.

Piuttosto penserei allo  stesso nome di “Gesù”, magari  in aramaico ( visto che la Madonna spesso lo parla come  ci ha detto Marija.)

Infatti la Bibbia dice che “nel nome di Gesù
ogni ginocchio si pieghi
nei cieli, sulla terra e sotto terra;
 e ogni lingua proclami
che Gesù Cristo è il Signore, a gloria di Dio Padre.” (Filippesi 2,10)

E’ una ipotesi,  ma  con qualche fondamento.

Chi vivrà  vedrà  e  chi morirà nel Signore vedrà  ancora   meglio

Ave Maria 

Padre  Livio

🌟🖊️CI SCRIVONO🖊️🌟 

La  Madonna ha lasciato qualche traccia per  individuare il segno?

Carissimo Padre  Livio,

la  ringrazio per   la  possibilità che ci offre di dialogare  con Lei sul Blog. 

Vedo  che lei non si sofferma  più  di tanto su che cosa sia il segno che la  Madonna  lascerà  sulla collina delle  prime apparizioni.

Eppure  sono certa  che qualche ipotesi se l’è fatta,  anche se fa bene a  non esporsi.

Vorrei però  sapere se la Madonna nei suoi messaggi ha  lasciato qualche traccia per  individuare questo segno.

La ringrazio per  la sua costante  presenza e per  il  bene che ci vuole.

Cristina di Vercelli

Cara Cristina,

oggi è il secondo email che ricevo riguardo al segno del terzo segreto.

 Ovviamente c’è un grande  interesse anche per rafforzare la credibilità  nelle apparizioni.

Sappiamo dai veggenti che il segno sarà  bellissimo, indistruttibile e durevole,  ma  soprattutto che viene dal Signore e quindi  che non  può  essere  diversamente spiegato.

Non so se   farò  la  fila  per andare   a vederlo,  in quanto  credo al cento per  cento che la Madonna appare a Medjugorje.

A  mio avviso nelle sue parole ha lasciato una traccia per identificarlo quando ha detto che ”molti verranno sulla  collina, si inginocchieranno,  ma  non crederanno” .

Il  fatto di inginocchiarsi mi fa  pensare  a  un segno di carattere  cristologico,  che  testimonia la divinità di Gesù  Cristo.

D’altra  parte questa è  la ragione per cui la Madonna è qui da così tanto tempo.

Non mi sento di  dire  di più.  Il  soprannaturale   sorprende.

Ave  Maria

P. Livio

🌟🖊️CI SCRIVONO🖊️🌟 

«Non devastate né la terra, né il mare, né le piante, finché non abbiamo impresso il sigillo del nostro Dio sulla fronte dei suoi servi».(Ap.7,3).

Buongiorno Padre Livio. 

Eccomi di nuovo qui a disturbarla e me ne scuso perché so quanto sia impegnato, ma  sento dentro di me questo desiderio di scriverle ciò che fin da ieri sera in realtà rimuginavo, ma che solo ora è venuto più chiaramente alla luce.

Premetto che non ho ancora ascoltato la sua cronaca odierna, quindi è possibile che dica cose che di cui lei ha già parlato. Solitamente prima l’ascolto e poi le scrivo, ma in questo momento non riesco ad aspettare ulteriormente.

Ho pensato che per forza di cose ci sarà uno stacco di tempo tra il terzo e il quarto segreto, sicuramente per poterci preparare spiritualmente al prossimo futuro, ma innanzitutto perché la gente abbia il tempo materiale di andare a visitare questo meraviglioso segno che apparirà sulla collina di Medjugorje. E credo inoltre che sarà proprio questo il segno di cui si parla nel versetto dell’apocalisse citato in oggetto, nel senso che a tutti quelli che andranno con fede ad onorare questo regalo del cielo verrà donata una particolare grazia divina, che sarà in grado di istruirli e guidarli nel tempo dei segreti affinché giungano alla fine a godere del trionfo del Cuore Immacolato di Maria. Forse è proprio questo il motivo per cui Mirjana (o forse un altro dei veggenti, non ricordo bene) ha detto che il segno bisogna andarlo a vedere di persona, perché non basterà vederlo in TV o tramite internet.

Ritengo poi che il segno, qualunque cosa sia, sarà qualcosa mai visto prima sulla terra, perché fosse, mi perdoni, una semplice croce o una sorgente, chi mai farebbe migliaia di chilometri per andarlo a vedere?!

Non solo, ma suppongo che sarà inutile appostare in anticipo telecamere per riprendere il momento esatto in cui avverrà il miracolo: lei crede davvero che il Signore lo permetterebbe? Piuttosto sarà come per la risurrezione, una luce sfolgorante che impedirebbe a chiunque di vedere ciò che sta succedendo, se non ad opera compiuta. E le eventuali telecamere  non sarebbero in grado di riprendere un bel nulla, anzi sicuramente si romperebbero! 

Infine, quello che mi arrovella, anche se non dovrei perché la Mamma ha pensato a tutto e quindi anche a questo, è in che modo sarà possibile gestire l’afflusso di gente che sempre più arriverà a Medjugorje.

Le dirò di più, e questo ovviamente vale per noi Mariani apostoli della Madonna, che già prima che il segno appaia, quindi sicuramente quando verrà annunciato, ma anche prima ancora, dopo che si saranno realizzati i primi due segreti, i fedeli incominceranno a muoversi, nella speranza di potersi già trovare sul luogo quando apparirà il segno promesso.

La mia testa limitata non riesce a capacitarsi di come tutto ciò potrà essere tenuto sotto controllo e organizzato.

A meno che, forse, i primi due segreti che riguardano Medjugorje, non si riferiscano proprio a questo…

Bene, ora lancio la palla a lei, che sa meglio e più di me, nella speranza che possa chiarire almeno un po’ i miei pensieri.

Grazie!

Che lo Spirito Santo ci illumini sempre di più e ci conduca alla salvezza.

Monica di Baldissero

🌟🖊️CI SCRIVONO🖊️🌟 

Sono una mamma  di tre  bambini piccoli

Padre, buona sera.

La prego ho bisogno di comprendere. Sono una mamma di tre bambini piccoli e che mi risucchiano parte importante del tempo ed energia. Sono sempre stata credente, per un periodo mi sono persa, ho perso Dio e non avevo il tempo di andare a messa, e ho commesso degli errori che ho confessato. Da un anno grazie ad un video che ho visto su internet, riguardo le profezie della Mamma Celeste che raccontava di quello che sarebbe accaduto(la guerra), mi sono spaventata e quel video ha suscitato in me un terremoto… Il pensiero di poter morire senza aver chiesto prima perdono a DIO mi incuteva terrore.

 Da quel giorno ho cercato di rimediare alle mie mancanze, mi sono iscritta ad un gruppo di preghiera e cercavo disperatamente di recuperare tutto ciò che avevo tolto a Dio e se questo non riuscivo a farlo ecco che tornava in me quel pensiero di profonda tristezza e di ingratitudine di non meritare l’amore del Padre perché incapace di pregare giorno e notte, di recitare 3/4 Rosari al giorno ecc… Ma ho compreso Padre Livio che il Padre ci ama immensamente e non ci domanda cose impossibili, Dio non conta le preghiere e le parole infinite che utilizziamo, ma vede i nostri cuori.

Durante la mia giornata, faccio spesso il segno di Croce e ringrazio Dio per la vita che mi ha donato e per il cielo, e la terra per tutto… A volte però si mi capita purtroppo di sbagliare con parole e pensieri, sconfortata da tante situazioni che succedono in generale nel mondo e nella mia famiglia e inizio a parlare, ad usare la lingua per giudicare, per lamentarmi e poi mi sento in colpa. Il sentirsi in colpa verso Dio io penso. Padre che sia cosa giusta, un sentimento che Dio ci dona ed è una grazia perché ci fa comprendere l’errore e poterci pentire. Io Padre Livio non so cosa accadrà, non so se vedrò la fine, ma l’unica cosa che mi importa è morire in pace con Dio, e sapere che il Padre mi ama comunque, anche se non riesco a pregare tutti i santi giorni, non riesco a fare il digiuno, se ho delle fragilità.

Dio ha donato suo figlio Gesù non per i sani ma per i malati… Io so che Dio mi Ama, io sento il Suo Amore in tutto… Per anni ho cercato qualcuno che mi curasse da una forte depressione, non capendo. Che quello di cui avevo bisogno era così semplice…. DIO. STOP. Ciò che verrà Padre Livio non lo nascondo mi fa paura un po’, sono un essere umano fragile, ma la consapevolezza di sapere che dopo la morte c’è qualcuno che mi aspetta con Amore mi riempie l’anima.

So bene non merito il Paradiso, ma spero di cuore che qualcosa di buono abbia fatto agli occhi di Dio Padre da non finire giù nell’inferno. Un abbraccio Padre Livio e grazie per la vostra radio. È una gioia ascoltare e pregare con voi.

Mamma Isabella

Cara Isabella,

ti ringrazio per  la tua commuovente testimonianza che ti è sgorgata dal  cuore. Ti  incoraggio sulla via che stai percorrendo  perché ti porterà  in paradiso.

Dio benedica  te e la tua famiglia.

Ave Maria

Padre  Livio

Pagina 1 di 28

Radio Maria APS - Via Milano 12, 22036 Erba (Co) - CF 94023530150

Privacy policy