"VI SUPPLICO: CONVERTITEVI!" (REGINA DELLA PACE-MEDJUGORJE)

Categoria: CI SCRIVONO Pagina 2 di 17

🌟🖊️CI SCRIVONO🖊️🌟 

La  Chiesa prenderà posizione sui segreti  al  momento opportuno

Caro Padre  Livio,

Lei  giustamente  ha  sempre  sottolineato nei suoi libri che la  Chiesa  fin dal principio  ha  seguito con attenzione le  apparizioni di Medjugorje e che vi ha dedicato una straordinaria cura  pastorale.

Persino i due Vescovi precedenti della Diocesi di Mostar, che erano contrari alle apparizioni,  non hanno mai fatto mancare il loro aiuto per far sì che la  Parrocchia potesse reggere un impegno pastorale così intenso., sempre   in conformità con le  direttive dall’alto.

In  realtà  queste apparizioni hanno una caratteristica ecclesiale unica in  quanto la Regina della  pace ha  preso La Parrocchia sotto la sua  protezione,  vi ha chiamato fedeli e  sacerdoti,  persino Vescovi e Cardinali, da  ogni parte del  mondo e  ultimamente  ha  provveduto a far arrivare  un Delegato del Santo Padre.

Non si è mai visto una tale sollecitudine da  parte della Chiesa, neppure per eventi mariani di grande rilievo come  Lourdes e Fatima.

La  Chiesa non  potrebbe fare  di più. Credo che sia  ben  consapevole delle  profezie che riguardano i dieci segreti, ma  al riguardo non può che vigilare e  attendere  gli eventi che dovranno accadere.

Non crede che a suo tempo, quando sarà  il  momento di Dio,  la Chiesa non mancherà  di  prendere posizione?

Un sacerdote (che vuole  restare  anonimo).

Caro confratello in Cristo,

leggendoti mi sono trovato in  perfetta sintonia con te. 

Pur   seguendo un  prudente   silenzio riguardo alle  profezia dei dieci segreti,  la Chiesa  è molto aperta  ai  messaggi della Regina della  pace, che la stanno rinvigorendo e  la stanno  preparando al  grande  combattimento escatologico  che  l’attende  e  nel quale trionferà   con Maria.

Dobbiamo tenere  presente  che la  successione temporale dei segreti non è casuale  e,  in particolare, che  la collocazione del segno visibile  sulla collina delle apparizioni è  posta  prima dei sette  eventi che riguardano la Chiesa  e  il mondo.

La Madonna ha detto che il segno sulla  collina ha come  scopo di confermare che  le apparizioni sono autentiche e quindi sono tali anche  le rivelazioni degli eventi tre giorni prima.

Il  segno viene dato in  primo luogo alla Chiesa che,  a quel punto, non  potrà  non farsi carico della rivelazioni di segreti che riguardano il suo futuro e quello del mondo.

In  altra parole sarà  la Chiesa a  guidare  i fedeli durante il tempo dei segreti e  nella  battaglia contro l’Anticristo, che si manifesterà allora  come l’emissario di satana per eseguire  il  suo   piano di distruzione e  di perdizione.

Il  tempo dei segreti avrà  come  protagonista la Chiesa, in  particolare i suoi Pastori guidati dalla Vergine Maria.  Come  potrebbe essere diversamente?

Ave  Maria

Padre Livio

🌟🖊️CI SCRIVONO🖊️🌟 

Abbiamo bisogno di essere guidati nel cammino spirituale

Carissimo Padre Livio,

Le scrivo per dirle semplicemente “grazie”. Ma è un “grazie” che nasce dal cuore.
Lei veramente è un “Padre” (ovviamente senza nulla togliere agli altri sacri pastori).
La sua paternità spirituale, come si evince anche dalle mail che riceve giornalmente, ha generato molti “figli”nel corso di questi anni in cui lei ha diretto mirabilmente Radio Maria (con l’aiuto della Madonna).
Lei si sta prendendo cura di noi, ogni giorno, con i suoi “pensieri spirituali” sul blog, proprio come un buon padre.
Perché tutti siamo un po’ come bambini, ed abbiamo bisogno di essere quotidianamente guidati nel cammino spirituale.
Le voglio confidare una cosa a cui tengo molto: in questi ultimi tempi, a partire soprattutto dal messaggio del 25 febbraio 2022, ho deciso di intensificare la preghiera, prendendo lo spunto dalla frase “cari figli, pregate con me, perchè satana non prevalga”. Le sembrerà strano, ma dedicando più tempo al Rosario, invece di sentirmi più “sicuro”, ho sperimentato una maggior veemenza del tentatore nei miei confronti. E diverse volte mi sono trovato soccombente. Questa cosa la devo ritenere pericolosa? Cioè: secondo lei, l’intensificarsi delle prove è da attribuire al tempo apocalittico in cui siamo entrati? Oppure Dio sta permettendo che le nostre anime siano passate al vaglio da satana, proprio come accadde agli apostoli nel momento del Gethsèmani?
A volte mi sento smarrito di fronte agli assalti del male, e all’emergere della nostra fragilità. E l’unico modo per superare i momenti difficili è soltanto quello di inginocchiarmi davanti alla Croce.
Mi scusi lo sfogo, padre Livio.
Le voglio bene.

Ave, Maria

Donato

Caro Donato,

Grazie!

Ave  Maria

Padre  Livio

🌟🖊️CI SCRIVONO🖊️🌟 

PERCHE’ LA CHIESA  NON SI PRONUNCIA UFFICIALMENTE SU MEDJUGORJE?

Caro Padre Livio, buongiorno. 

Sono Sergio da Venezia, 65 anni e ascoltatore di Radio Maria fin dalle origini.
Vorrei scriverLe tante cose per raccontarLe come Radio Mario ha inciso profondamente  sulla mia vita e su quella della mia famiglia.

 Ma sento che ha sempre molte mail da gestire e quindi mi limiterò a fare solo una domanda che ormai da tempo serbo tra me e me ma che ora mi sono deciso a proporLe sentendo ripetutamente  la sua convinta testimonianza sull’ingresso, di fatto, della nostra storia umana nella prima fase dell’Apocalisse.

Fra tutte le vicissitudini vissute nell’arco della mia vita questa mi sembra sia senza ombra di dubbio la più sconvolgente ed anche inquietante visto che mai avrei immaginato di poter essere presente ed in qualche modo partecipe a questo biblico evento.

Quello che mi manda in corto circuito è  il fatto che la Chiesa ed il Primato di Pietro su cui aleggia da sempre lo Spirito Santo, non sia stata preposta ad annunciare “per prima” ed ufficialmente questa svolta epocale.

Il Signore permette sicuramente quello che noi il più delle volte non capiamo; permette le pandemie, permette le guerre e ben altro sempre per trarre dal male il nostro maggior bene.  …

Insomma,  che la chiesa non si sbilanci in annunci di questo tipo  e temporeggi nella routinarieta’ , faccia parte anche questo di un soprannaturale che, come dice Lei, sorprende?

Preghiamo insieme per una maggiore comprensione di questi tormentati tempi. Grazie tante.

Un forte abbraccio.
Sergio

Caro Sergio,

La tematica degli “ultimi tempi” è puntualmente  presente  nel Magistero della Chiesa a  cominciare da Pio XII fino a Papa Francesco.

D’altra  parte, dopo l’ultima guerra mondiale,  finita  col   lancio di due bombe atomiche, e la scristianizzazione galoppante, non era possibile non sentire lo squillo delle  trombe dell’Apocalisse.

La Chiesa ha  la consapevolezza dei tempi che viviamo,  anche perché  non solo è  attenta ai segni dei tempi, ma anche alle apparizioni mariane e alle  loro profezie ( La Salette, Fatima).

Per quanto riguarda Medjugorje la Chiesa  lascia liberi di credere o di non credere e ha  sapientemente  provveduto ad un accompagnamento pastorale che sta rinnovando la Chiesa stessa.

La Chiesa si rende conto che il piano della  Madonna  è  a lunga  scadenza   (il trionfo del Cuore   Immacolato e  il  tempo di pace promesso) e segue con attenzione.

La Madonna ha detto che  lascerà  un segno sulla collina  ( terzo segreto) che è  la firma inequivocabile  della sua presenza.

Il segno è un dono in primo luogo per la Chiesa tutta  intera, perché creda all’origine soprannaturale delle apparizioni.

Da quel momento,  come ha felicemente  intuito Robert  Benson nel   suo romanzo  “Il Padrone del  mondo”,  potrebbe essere il  Papa a  prendere  in mano la situazione.

Infatti è  dal quarto al  decimo segreto  che si decidono le sorti del mondo e della Chiesa stessa. Chi se non il Papa potrebbe guidare  le  schiere  di Maria verso la vittoria e ai tempi nuovi dell’umanità?

La stessa  Mirjana nella  sua  autobiografia prospetta la possibilità  che sia il  Papa ad annunciare i segreti  al  mondo.

Siamo di fronte a  eventi di una tale importanza per  l’umanità, per la Chiesa e per  lo stesso piano di Dio della Creazione  e della Redenzione,  che solo  il  Vicario di Cristo potrebbe sopportarne  il  peso.

Ave Maria

Padre  Livio

🌟🖊️CI SCRIVONO🖊️🌟 

La  causa della  crisi della fede

Caro padre Livio,

la seguo sempre sia alla radio che sul blog anche se ultimamente scrivo poco perché non ho molto tempo libero, noto comunque con piacere che siamo in tanti a farle compagnia.

La causa della crisi della fede io la vedo soprattutto nel denaro e nell’autosufficienza che crea. Si ragiona pensando che finché si ha uno stipendio, un gruzzolo da parte per la vecchiaia e si può provvedere a pagare cure e necessità varie perché preoccuparsi dell’eternità?

 Infatti piano piano il lavoro si è infiltrato la domenica, nelle feste comandate e se qualcuno si lamenta ci si giustifica dicendo: stanno peggio quelli che non lavorano. La povertà ci fa una paura matta, perché il povero deve dipendere dagli altri e vive alla giornata, senza progetti o sicurezze materiali.

Resto comunque convinta che parte della perdita della fede sia anche responsabilità della Chiesa. Forse sarà colpa anche dei fedeli che giudicano troppo e pregano troppo poco, però, altro che seguire il cambiamento dei tempi: tanti sacerdoti si sono modernizzati anche troppo! Vanno in tv, stanno sui social ma nessuno parla più di anima, vita eterna, inferno, peccati…qui da noi parole come adorazione o riparazione non esistono. 

Le prediche sono tutte rivolte alla terra e mai al cielo. Si parla solo della Misericordia di Dio che certamente è il suo attribuito più bello, però, come se fosse un lasciapassare generale, ma io mi chiedo: se non si vuol parlare di giudizio almeno si parlasse di quanto il Signore soffre e viene offeso oggi. 

Invece niente! Come se so avesse paura di passare per retrogadi.

Se dai pulpiti stessi si parla come se Dio non fosse un essere reale che ama e soffre ma spesso solo come di un’idea astratta cosa ci si può aspettare?

Se il sale perde il sapore la minestra non ha più gusto e la si scarta finendo per provare cibi più succulenti…che poi hanno dentro il cianuro.

Resto in trepidante attesa per il messaggio del 25 giugno che quest’anno unisce l’anniversario delle apparizioni alla festa del Cuore Immacolato di Maria. Può darsi non significhi nulla, di solito quando aspettiamo grandi cose la Madonna ci spiazza sempre, però sono certa che sarà comunque splendido!

Un caro saluto a lei e la ringrazio per aver pubblicato la lettera di Marina che mi è stata di grande conforto.

Veronica 

Cara Veronica,

non potevo non  far conoscere un  messaggio così sincero e vero come  il suo.

Anche  noi sacerdoti abbiamo da  imparare dalla fede  delle nostre  pecorelle.

Incoraggiamoci a vicenda in questi tempi difficili.

Grazie!

Ave Maria

Padre  Livio

🌟🖊️CI SCRIVONO🖊️🌟 

La nostra Mamma celeste ci sta chiamando ad alzare lo sguardo verso il cielo

Caro Padre Livio,

Le scrivo questa mail per ringraziarLa per le sue meravigliose catechesi.

Stiamo vivendo un momento molto delicato e di grande lotta spirituale, come era prevedibile visto che abbiamo bandito Dio dalla ns vita.

Si respira un’aria torbida, ma se prestiamo attenzione, facendo silenzio in noi,  sentiamo che davvero é un tempo di Grazia. Si perché la ns Mamma celeste ci sta chiamando ad alzare lo sguardo verso il cielo, perché lì è diretto il ns viaggio.

A volte sono stanca di lottare, sono sola e senza lavoro, ma ho tanta pace nel cuore perché sento la presenza del mio Signore è di Maria.

Cari fratelli, non siamo soli, preghiamo tutti insieme, perché venga al più presto il tempo di pace promesso dalla ns Santa Madre e abbandoniamoci nel suo abbraccio.

Padre Livio preghi per me.

Grazie mille 

Marina

🌟🖊️CI SCRIVONO🖊️🌟 

La causa della  crisi della fede

Carissimo Padre  Livio,

grazie   per  la  sua  presenza  quotidiana  nella  nostra vita attraverso la Radio. Grazie anche per  il suo Blog bello e   stimolante.

Lei nell’editoriale di ieri ha sostenuto che in pochi anni il diavolo è riuscito  a  far  evaporare  la fede e a farci divenire dei pagani.

In effetti ci rendiamo tutti conto come  in Occidente  le chiese si siano svuotate e  la visione della  vita  non sia più  quella cristiana.

Secondo Lei come è  potuto accadere un cambiamento così eclatante?

Il mio parroco dà  colpa alla Chiesa  che non ha saputo tenere  il  passo dei tempi moderni.

Secondo  Lei qual è la causa di una crisi di fede  così vasta da  parlare  già  di un’epoca post-  cristiana?

Grazie  di cuore!

Alessandro

Caro  Alessandro,

l’analisi delle cause non è  poi così complicata. La  crisi della fede   è dovuta  al  fatto che abbiamo messo il benessere materiale  al  primo posto,  relegando Dio, l’anima e  la preghiera all’ultimo.

E ‘ un  inganno satanico che  è riuscito alla perfezione. Grazie al  progresso tecnico e alla  diffusione dei beni materiali abbiamo fatto di essi il fine della nostra  vita.

Nonostante  ciò  non  siano più felici dei nostri padri,  con i calli sulle  mani e le rughe sulla fronte,    che andavano  in  bicicletta  e aravano  con l’aratro.,  ma che mettevano Dio al primo posto.

Senza  l’amore   di Dio non  siamo  né  liberi né felici. Quando lo comprenderemo   il  mondo cambierà in meglio.

Dica rispettosamente al  suo parroco che la gente  cerca  i preti  santi e non  quelli moderni.

Ave  Maria

Padre  Livio

🌟🖊️CI SCRIVONO🖊️🌟 

Paganesimo Gratuito

Nella nostra tipologia sociale che è attecchita con gran facilità dal primo boom economico, tutto si paga, tranne la comodità e la falsa libertà d’avere un’opinione nel partito del “secondo me”. Pagano è un certo tipo di liberalismo superficiale vanno a braccetto, consiste nel far sentire le persone di poter disporre come meglio credere della propria vita facendole credere di esserne consapevoli, ma al contempo inducendola con mezzi abbastanza relativistici a progettare la propria esistenza sui cardini dell’idolatria; chiaramente  è un’idolatria tutta moderna, i miti sono pressoché gli stessi, salute, bellezza, fama, prestigio, cultura in salse filosofiche e metafisiche personali, per arrivare a quel tipo di immortalità coatta indotta da un transumanesimo che allude a un futuro umano dove perfino la morte verrebbe sconfitta da mani umane… alla meno peggio si resterebbe giovani e belli fino a 189 anni… fa gola?

A quanto pare si, le persone sono talmente spaesate e trascinate dai pastori dell’arroganza, abili poi a vestirsi di false umiltà pseudo illuminate, che pur di aggrapparsi a qualcosa che si possa toccare o realizzare materialmente, perdono di vista i doni dell’anima, fra i quali la RAGIONE. Il pagano moderno è infine essenzialmente IRRAGIONEVOLE, fino a divenire preda di una assurdità esistenzialista, fino ad aderire a credenze ridicole quanto nefaste, fino alla perdizione della propria coscienza naturale. Per questo è arrivato a non sentire più nella propria coscienza le leggi fondamentali iscritte nell’anima dallo spirito di Dio; sente invece, al suo posto, interessi più o meno egoistici che fanno capo a questa grande ingannevole salvezza propostagli dai tempi.  Mi fermo qui, ma l’argomento sarebbe lungo e tocca punti complessi. 

Caro Padre  Livio un caro saluto e un abbraccio

 giuseppe da monza

🌟🖊️CI SCRIVONO🖊️🌟 

Carissimo Padre Livio,

non mi dilungo in convenevoli.  Noi tutti sappiamo quanto si impegni ogni giorno per   il nostro bene spirituale.

I segreti di Medjugorje si sentono nell’aria e non possiamo più rimandare l’informazione e la preparazione necessarie. Al  riguardo  io mi pongo un problema  del quale chiederei a Lei una  possibile soluzione.

Come sappiamo i segreti di Medjugorje riguardano la Chiesa  e il  mondo. Si tratta dunque di eventi di interesse globale.

Ora,  come  Lei sa,  l’informazione è sempre  più controllata  e guidata dai centri di potere politico e  finanziario.

Ne  risulta  che  l’enunciazione autentica dei segreti verrà  modificata e finalizzata  in  conformità ai vari  interessi, oppure verrà oscurata.

 Alla   fine  la  stragrande   maggioranza della gente non saprà che cosa sta  accadendo.

Non vedo  come  sia  possibile emanciparsi da  questi condizionamenti.

Lei vede una   via  di uscita?

Aldo da Pavia

Caro Aldo,

Sono certo che la  Madonna ha pensato a  tutto e gli strumenti globali di informazione verranno messi in crisi dal  fatto che si tratta  di eventi soprannaturali che sfuggono alle  manipolazioni.

Innanzi tutto il  segno che apparirà improvvisamente  sulla  collina,  bellissimo, indistruttibile,   umanamente  inspiegabile, sarà  visto ovunque nel  mondo senza  possibilità di manipolarlo o di nasconderlo.

Questo segno che  viene  dal Cielo sarà  uno squillo di tromba  che  risveglierà  l’umanità dal  sonno dell’ateismo.  E’ come se  quel Dio che  avevano seppellito avesse scoperchiato il sepolcro.

L’altro segno del  soprannaturale  è la  profezia che  si ripete  per  tutti i dieci segreti e che  annuncia tre  giorni prima quello  che  deve accadere e  che   di  fatto accadrà.

Questi due segni del  soprannaturale non  solo faranno saltare  il  sistema di  informazione controllata  dall’alto,  ma  metteranno in  crisi  il mondo senza Dio che la nostra generazione  ha  costruito e  che è destinato a  crollare.

Ave  Maria

Padre  Livio

🌟🖊️CI SCRIVONO🖊️🌟 

La  guerra  è il fallimento dell’ uomo

Buongiorno Padre Livio,

 voglio solo ringraziarla. Non saprei da dove iniziare vista la piccolezza e debolezza del mio essere umano preda continua del male presente ovunque. Ci provo, per me nella speranza di ricordare quanto male esista per non farmi travolgere. Le sono debitore e naturalmente lo sono nei confronti della nostra Madre, Regina e nostra Signora. Lo sono nei confronti dell’Onnipotente.

Grazie a Lei Padre Livio sto scavando in me stesso, sto riuscendo a dialogare con me stesso. Il dialogo riesco ad intavolarlo grazie alla sua opera che mi illumina. L’uomo e le guerre! La guerra è il fallimento dell’uomo, è offesa a Dio e la vedo come il perenne combattimento tra Dio ed il male. Il potere ovunque sia, qualunque sia il periodo storico avvelena l’uomo che diviene preda del male ma per fortuna c’è Dio, la Madonna ed i Santi. Sto notando, grazie alla predica di un parroco in occasione della festa di S. Antonio da Padova, che viviamo nella debolezza, nell’invidia, nel rancore, altri nell’odio, come in un’escalation continua di sentimenti volti al male che ci accecano.

 Poi basta una predica, ma fatta bene nel senso che ti coinvolge al punto da farti scendere le lagrime per tutto il tempo perso in cose frivole, per ricevere finalmente qualche ora di serenità come se io stessi conoscendo, esplorando parti del mio essere per la prima volta, sbalordendomi, meravigliandomi di quanto tempo è stato buttato via nell’inutilità dalla fragilità umana. La pace che mi fa provare tale serenità è una sensazione talmente bella da volerci restare per sempre.

Sembra come se fossi in una specie di volo leggero e contemporaneamente sento che il cuore, il torace respiri, cioè diventino più grandi come se volessero seguire l’animo in tale situazione di benessere. Tutto ciò che scrivo non è per filosofeggiare ma per ringraziarla e sperare di rimanere saldo e forte nel momento delle prove, semmai dovessi vivere i momenti dei segreti in cui è previsto l’attacco di Satana al mondo cristiano.

Sono un peccatore ma grazie a Lei, la Madonna ed al nostro Signore Gesù ho la speranza. Grazie e scusi se mi sono dilungato.

Salvo da Caltagirone

🌟🖊️CI SCRIVONO🖊️🌟 

Grazie

Carissimo Padre Livio,

avevo il desiderio di scriverti per dirti semplicemente GRAZIE per tutto quello che fai: sei un esempio. 

A volte quando la vita è più dura penso a te che sei sempre alacremente al lavoro e, malgrado non ne abbia voglia, mi rimbocco le maniche e vado avanti.  Sei un sicuro riferimento. 

Non sappiamo quale sarà quel fatidico giorno in cui sapremo che fra tre giorni si realizzerà il primo segreto, ma quando avverrà mi collegherò subito al sito internet di Radio Maria per sapere se è vero, per leggere bene i dettagli e per pregare di conseguenza. 

Ringrazio il Signore per tutti noi di Radio Maria (ascoltatori e conduttori inclusi). Mi dispiace di aver potuto donare solo il 5 per mille a Radio Maria e l’8 per mille alla Chiesa Cattolica, quando le cose andranno meglio spero di poter fare di più. 

Un carissimo e riconoscente saluto unito alla preghiera.

Fabio

Caro Fabio,

è bella questa sinfonia spirituale che la Madonna  realizza fra i tanti cuori della famiglia di Radio Maria.

La Madonna  sa  che   da  soli non riusciremmo a superare le tempeste  e  gli inganni di questo periodo di prove.

Insieme  invece,  con la   preghiera  e l’incoraggiamento reciproco,  ci sarà   più  facile seguire  la Madre che ci protegge e  ci guida fino al  porto sicuro.

Ave  Maria

Padre  Livio

Pagina 2 di 17

Radio Maria APS - Via Milano 12, 22036 Erba (Co) - CF 94023530150 - Powered by WordPress

Privacy policy