COME  MAI IL “TEMPO DEI SEGRETI”, CHE E’ PROSSIMO, E’ AVVOLTO DA  UN SILENZIO  TOMBALE?

Cari amici,

le apparizioni di Medjugorje non sono una fra  le innumerevoli che  la  Madre  di Dio ci ha donato  in questi due millenni  di storia cristiana.

Sono le  ultime,  come  la  Madonna  ha tenuto a  sottolineare fin dai primi tempi  ma,  soprattutto, sono le  più  importanti  e  le più necessarie per  la  Chiesa  e per  l’umanità.

Infatti i pericoli che  riguardano la Fede  cattolica  e la stessa sopravvivenza dell’umanità  sono  immani.

 Mai si era verificata  una situazione così  estrema  da  richiedere la   presenza così prolungata  di Maria per salvare  le  nostre  vite,  il  pianeta  sul quale viviamo  e  la  stessa  Chiesa.

La  Madonna ci ha detto tutto fin dal principio, svelandoci per  tempo   il  piano di satana,  ma  noi non ci siamo lasciati coinvolgere,  perché gli ammonimenti dei  messaggi ci sembravano lontani e irreali.

Ora  però  che  si sono presentati prepotentemente  i cavalieri  dell’Apocalisse, la  peste,  la guerra,  la fame  e la morte, ci stiamo pian piano svegliando  dal  sonno stanco delle nostre  anime.

Ci rendiamo conto  che  le profezie  della  Regina della pace si stanno avverando e che siamo entrati nel tempo dell’Apocalisse e  del  prima grande combattimento escatologico, quello della Donna e il  drago.

Nel  frattempo Medjugorje è divenuto  un grande  santuario mariano, dove confluiscono  pellegrini e  soprattutto sacerdoti da  ogni parte del  mondo. Tutti possono apprezzare il fervore  della fede e il  numero  di conversioni autentiche e  durevoli.

Tuttavia una domanda  sale  spontanea dal  profondo del  cuore:  come mai  il  tema fondamentale  di questa  lunga presenza della Madonna  che è  “il  tempo dei segreti”  è  avvolto da  un  silenzio  tombale,  come se  fosse  collettivamente  rimosso?

Eppure tutti noi temiamo che  potrebbe esplodere  una catastrofe  nucleare e  nel  medesimo tempo vediamo la fede cristiana rifiutata e combattuta proprio nei paesi che l’hanno diffusa nel mondo.

La Madre  ci ha ammonito in tutti questi anni e  nel  medesimo tempo ci indicato il mezzo per  uscire  vincitori da questa  catastrofe  incombente. Il  mezzo è  solo Lei,   che  l’amore di Dio  ha inviato per salvare la nostre  vite  e  il  pianeta  sul qual viviamo.

C’è un momento,  che la  Madonna  ha previsto  nel suo piano,  quando  tutta  la Chiesa  si scuoterà e prenderà consapevolezza di questo  momento unico della storia  della  salvezza.

Sarà il  momento dell’apparizione sulla  collina del segno promesso,  dopo che è stato preannunciato tre  giorni prima. Sarà  un segno che viene dal  Signore,  quindi  umanamente  inspiegabile, bellissimo,  indistruttibile  e durevole.

Questo segno inequivocabile  viene dato  dalla Madonna perché si creda  alla  sua  presenza.  E’  quindi dato  in  primo luogo alla Chiesa, che sola  ha l’autorità si pronunciarsi sull’origine soprannaturale  delle apparizioni. 

E’ questo  il passaggio decisivo che spingerà   la Chiesa  a  mettersi al  servizio del piano di salvezza di Maria,  che si realizzerà nel  cuore della  battaglia,  dal quarto al decimo segreto.

Un evento storico e soprannaturale di tale  grandezza e  importanza,  che finalmente introdurrà  l’umanità in un tempo di pace, non può avvenire senza  la guida della Chiesa.

“Io con i miei pastori vincerò”

Vostro Padre Livio