“Ti abbraccio ricordandoti e configurandoti come un autentico soldato di Cristo quale  sei.”

Carissimo padre Livio,      
sono un medico cattolico, che tutti i giorni segue le tue brillanti ed esaustive catechesi su Radio Maria.

Infatti, a quell’ora sono in macchina per raggiungere i miei pazienti e con sommo fervore ascolto la tua voce, portatrice di serenità e saggezza.

Voglio complimentarmi con te, poiché le tue discettazioni mattutine sono sinonimo di elevato gradiente culturale che irrefutabilmente ti contraddistingue.

In questi tempi nevralgici che potenzialmente preludono a un conflitto mondiale, la tua dissertazione attinente a svariati argomenti (il commento alle notizie riportate dai giornali) e le tematiche teologiche (catechesi successiva), rendono lo stato d’animo dell’ascoltatore più sereno e disteso.

La tua voce amica certamente fa breccia nel cuore di tante persone che la mattina si sintonizzano su Radio Maria.

Ti abbraccio ricordandoti e configurandoti come un autentico soldato di Cristo, quale sei.

Dionisio

Caro Dionisio,

ho voluto pubblicare la tua bellissima lettera, scritta a mano, che mi incoraggia molto perché sincera e scritta col cuore.

Anche noi qui, in prima linea, abbiamo bisogno non solo di preghiere ma anche di incoraggiamenti.

Dio ti benedica e la Madonna ti protegga per l’opera buona che hai compiuto.

Ave Maria

Padre Livio