Riflessioni sul blog

Caro padre Livio,

La ringrazio per il suo Sì alla Madonna, con cui Le ha permesso di compiere un’opera grandiosa come Radio Maria e di essere vicina a noi in questo tempo così forte.

Seguo il suo blog e ho sentito la spinta a scrivere qualcosa su alcune questioni che sono state sollevate in queste ultime settimane. 

Riguardo alla “prova del 9” su Medjugorje, io come milioni di altre persone, potrei dire tutte le meraviglie che si vivono in quel posto; personalmente ci sono stata a soli 15 anni, nel pieno dell’adolescenza e non ho visto nulla, non ho sentito nessun profumo, né scattato alcuna foto eccezionale su nessun sole particolare, ma ho sperimentato per giorni una pace che non avevo mai vissuto.

In particolare, al momento dell’apparizione ho sentito calare un silenzio carico di pace (anche da parte degli uccellini del Podbrdo, che improvvisamente hanno interrotto il loro canticchiare),un silenzio che però non è stato fine a se stesso, ma in quell’istante mi ha fatto capire questo: se un tale clima di Paradiso si diffonde al solo discendere e apparire della Vergine Maria, cosa sarà il discendere del Figlio di Dio nell’Eucaristia durante la Messa? In quel caso non percepiamo nulla ed è veramente un mistero di umiltà incomprensibile! 

Quello che scrivo io è nulla rispetto ai miracoli di conversione vissuti da migliaia di altre persone. Eppure so bene che nè la mia nè altre testimonianze possono “fornire la prova del 9”, come successe certamente nel Cenacolo, quando forse gli apostoli provarono a dimostrare a Tommaso che veramente avevano visto il Risorto, senza riuscirci. Forse tali testimonianze possono essere d’aiuto, ma Satana è in grado di avanzare mille insinuazioni nella nostra mente per portarci a non credere (pensieri del tipo: “saranno solo suggestioni…psicosi di massa…autoconvincimenti…effetto placebo”, ecc). Quindi è meglio vigilare.

Quanto all’ascoltatore che parlava della Pergamena di Harry Potter, mi sentirei di dire che Satana, da sempre, e in particolare in questi ultimi 20 anni, si è preparato abbondantemente il terreno attraverso vari strumenti che si sono incardinati nella cultura e nell’immaginario comune, per cui penso che dobbiamo tenerci pronti a vari assi nella manica, che tirerà fuori durante i segreti (in primis per il segno sulla collina), per screditare e far apparire tutto come una montatura. Ragione di più per vigilare, per lottare contro il veleno del razionalismo, e pregare. 

Grazie per tutto e per sempre.

Ilenia

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Gli occhi di Maria

Caro padre Livio

A lavoro ho da parecchi anni un piccolo quadretto con l’immagine della Regina della pace.

Ieri l’ho staccato dalla parete e l’ho riposto momentaneamente nel mio armadietto, perché cambiamo sede di lavoro.

Guardandolo rimasi colpito dagli occhi della Madonna.

Stamattina mentre andavo a lavoro e ascoltavo un canto mariano, ho pianto, pensando alla bellezza degli occhi di Maria che fissava quelli del bambino Gesù, e che sua volta fissava profondamente quelli della Mamma.

E ancora ciò accade eternamente per Lei che contempla in modo unico la Trinità santissima.

Cosa dire a chi dubita?

Apriamo il cuore a Maria, siamo grati per quello che fa  per noi instancabilmente!

Con affetto 

Biagio