Pensiero Spirituale sull’affidamento a Maria

Cari amici,

siamo entrati in un tempo drammatico. Noi cristiani però non ci spaventiamo perché sappiamo che il dramma in cui l’umanità è entrata in modo particolare è la grande battaglia fra la Donna vestita di Sole e il drago infernale.

Siamo entrati in un tempo di prove che la Madonna ci aveva preannunciato nel messaggio del 25 luglio 2019:

«Figlioli, verranno le prove e voi non sarete forti ed il peccato regnerà, ma se siete miei, vincerete perché il vostro rifugio sarà il Cuore di mio Figlio Gesù».

Sono prove soprattutto di carattere spirituale ma anche concrete che riguardano i rapporti umani, la società, l’umanità nel suo insieme.

In questo tempo indubbiamente le prove si sono fatte sentire e sicuramente ne arriveranno delle altre. Sappiamo che il tempo dei Segreti sarà un tempo particolare, bisognerà avere una fede molto salda.

Non c’è dubbio che ogni prova produce effetti in vari ambiti per cui i problemi si moltiplicano, le angosce aumentano, le persone si spaventano, si arrendono nella lotta per la vita e si lasciano andare.

La vita è un tempo di prova e questo aspetto oggi è molto accentuato. La Madonna è qui da così tanto tempo perché il mondo stava andando sulla strada dell’autodistruzione e la fede si stava auto dissolvendo. Questi due pericoli incombono e la Madonna è qui per proteggere il futuro dell’umanità mediante la pace e a proteggere la fede mediante la conversione e la preghiera.

Andando avanti avremo ogni giorno motivi per scoraggiarci, angosciarci fino alla disperazione. Il male di vivere esistenziale, amplificato dalle prove che ci sono, affligge tutti. Nessuno è esente.

Cari amici, per passare serenamente attraverso questo tempo di prova c’è una possibilità che mi sento di indicarvi: l’affidamento a Maria.

L’affidamento a Maria è una conquista quotidiana e consiste nell’aprire il cuore decidendo di affidare i nostri problemi, le nostre angosce, le nostre paure, alla Madonna.

Per uscire dall’abisso dell’angoscia è importante affidarsi a Maria.

L’affidamento a Maria ha un suo momento di inizio, che è la grazia di percepire che Dio ci ha dato una Madre che ci ama, che è sempre con noi, che è un’onnipotenza d’amore perché è in grado di darci qualsiasi grazia se corrisponde alla volontà di Dio.

La Madonna è veramente una Madre che può aiutarci. L’affidamento a Maria inizia dalla grazia che è la consapevolezza di sentire che la Madonna è presente, ci ama, si prende cura di noi, ci ascolta. Se poi noi lavoriamo per il suo piano di salvezza, Lei si occupa di tutto il resto che ci riguarda. L’affidamento a Maria è una crescita interiore di abbandono, di fiducia, di fede.

Quotidianamente apriamo la giornata affidando alla Madonna i nostri problemi perché Lei ci aiuti a risolverli, le nostre angosce perché le dissipi, le nostre paure perché le faccia scomparire. Quando, durante la giornata i problemi ritornano a tormentarci e satana ci disturba, rinnoviamo in continuazione il nostro affidamento a Maria.
Nelle nostre case mettiamo una bella immagine della Madonna alla quale rivolgerci ogni mattino, per affidarle la nostra giornata, aprendo il cuore a Lei, Madre di Gesù e Madre nostra.

Maria, madre di Gesù e Madre mia,
in questo giorno, io piccolo figlio tuo,
mi consacro totalmente a te,
per vivere una vita santa,
per essere tuo piccolo servo, perché tu, dolce
Madre, possa contare sempre su di me, e io
possa aiutarti a portare a compimento in me il
disegno di amore che il Padre ha su ognuno di
noi. Donami, o Madre di Gesù e Madre mia,
la grazia di essere sempre fedele
alla Chiesa e al Santo Padre e, unito a te, amare,
adorare e servire il Signore Gesù. Amen

Da: “La Lettura cristiana della cronaca e della storia”