Cari amici,

a partire da  oggi dedico una serie di riflessioni spirituali sugli “Apostoli di Maria”,  che sono tutti quelli che hanno risposto alla chiamata e che nel tempo dei segreti dovranno aiutare  la Madonna a realizzare  il trionfo del  suo Cuore immacolato.

APOSTOLI DI MARIA

1 –  Il Cristianesimo è una storia che ha un inizio e una fine

Cari amici,  siamo entrati nella stagione burrascosa delle prove  e  il tempo dei segreti si avvicina velocemente. Il mondo è in subbuglio e il rombo delle armi preannuncia lo scatenarsi di un urgano devastante. 

La Regina della  pace  ha profetizzato il tempo delle  prove a  partire dal  messaggio del 19 Luglio 2019, ammonendoci che  non saremmo stati forti e  che il  peccato avrebbe  prevalso.

In questo arco di tempo ha messo in luce l’azione  di Satana,  orami sciolto dalle  catene, e  la  sua determinazione di distruggere il  mondo e  di impadronirsi delle  anime.

Satana,   dopo aver trascinato gran parte  dell’umanità  lontano da Dio e dalla  salvezza che viene dalla Croce, ha  intensificato la sua  presa  sull’uomo come  mai in  precedenza era  accaduto.

Le parole della Regina della  pace  danno una descrizione  della situazione esistenziale dell’umanità che più  drammatica non potrebbe  essere: “Il  male opera nell’uomo come  mai fin’ ora” ( 25 Giugno 2022)

In questo momento è  necessaria una  comprensione  alla luce   della fede  del  passaggio storico particolsare che stiamo attraversando.   

A  questo riguardo  è  importante  tenere  presente che nella  visione cristiana  della storia è  presente  la  prospettiva di uno scatenamento del  male che riguarda la parte finale del cammino umano sulla terra.

Infatti il cristianesimo è la religione che guarda al mondo e  la storia umana come  un progetto  divino di amore che si realizza nel tempo.

E’ un progetto che ha un inizio e una fine. La parte iniziale è contrassegnata  dal dramma della  caduta dell’uomo tentato dal  maligno.

La  parte  centrale  della storia è costituita   dal lungo cammino dell’umanità verso la redenzione, che Dio ha promesso fin dall’inizio e che si compie nella sua pienezza con L’incarnazione del  Verbo nel grembo della Vergine Maria e l’opera della redenzione per mezzo della Croce.

La parte finale della storia è caratterizzata dal tentativo di Satana di instaurare il suo regno nel mondo,  eliminando la  Chiesa mediante la seduzione e  la  persecuzione.

L’insegnamento ufficiale del  Magistero è molto chiaro al  riguardo: Prima della venuta di Cristo, la Chiesa deve passare attraverso una prova finale che scuoterà la fede di molti credenti.

 La persecuzione che accompagna il suo pellegrinaggio sulla terra svelerà il « mistero di iniquità » sotto la forma di una impostura religiosa che offre agli uomini una soluzione apparente ai loro problemi, al prezzo dell’apostasia dalla verità.

La massima impostura religiosa è quella dell’Anti-Cristo, cioè di uno pseudo-messianismo in cui l’uomo glorifica se stesso al posto di Dio e del suo Messia venuto nella carne.” (C.  C. C.   675).

In questo quadro vanno collocate  le  apparizioni di Medjugorje che, come ha detto la Regina della  pace,  sono l’ultima chiamata dell’umanità alla conversione”.

Questa  presenza quotidiana di Maria ha come scopo di preparare la Chiesa al drammatico combattimento spirituale che  la opporrà  allo scatenamento del male e al tentativo di satana di prevalere.

In questa  prospettiva hanno una responsabilità di rilievo gli apostoli di Maria, “gli apostoli del mio amore”, come  le  chiama  La Madonna. Ad essi la Madre ha dedicato un numero rilevante di messaggi, delineando così una specifica spiritualità.

Il tempo nel quale siamo entrati è  in modo speciale il loro tempo ed  è necessario una  presa di consapevolezza della proprie responsabilità e  importanza  nel piano di Maria.

Vostro Padre Livio