Pensiero Spirituale sulla gioia

Cari amici,

la gioia è un’espressione che ritorna frequente nei messaggi della Regina della pace. Nell’ultimo messaggio la Madonna ha detto: «L’Altissimo mi ha permesso di stare con voi; di essere gioia per voi e via nella speranza».

Essere gioiosi non è qualcosa di artificioso, non è mostrarsi sorridenti e ottimisti. La gioia è qualcosa di profondo e strutturale all’essere umano. La persona umana, nella sua dimensione spirituale che è la sua anima, viene da Dio ed è orientata a Dio. Attraverso la conoscenza di Dio e delle creature e attraverso l’amore che genera questa conoscenza, noi possiamo sperimentare la gioia. La Madonna, pur venendo ogni giorno dal Cielo sulla Terra e vedendo gli orrori del mondo e vedendo che i suoi figli muoiono nel peccato, non perde la sua pace interiore e la gioia è una sorgente inesauribile nel suo cuore.

La gioia che sperimentano i cristiani e che molti di noi vivono è qualcosa di stabile, di profondo e può coesistere con le preoccupazioni, con i problemi e anche con i dispiaceri. È una gioia che nasce da un’esigenza profonda del cuore umano.

Il cuore umano desidera la gioia.

Il cuore umano dove attinge la gioia? Questa gioia nasce dalla consapevolezza di essere amati. Una delle dimensioni fondamentali della nostra struttura esistenziale (insieme all’intelligenza che tende alla Verità) è il desiderio di Amore, che poi è connesso alla libera volontà che è un desiderio di bene.

La libera volontà dell’uomo è uno slancio verso l’Amore. Dio ci ha creati a sua immagine e somiglianza, ne consegue che la nostra anima riflette la struttura della Santissima Trinità per cui il Padre genera il Figlio che è la Parola, l’Intelligenza e lo Spirito Santo è l’Amore.

La gioia cristiana è la gioia di sentirsi amati da Dio, è l’esperienza dell’amore di Dio.

La gioia cristiana è sperimentare che Dio c’è, è buono, è Amore fedele, è Amore che perdona e abbraccia teneramente. Questa esperienza di Dio è un’esperienza di grazia e deve essere chiesta nella preghiera. La pace è il bene più grande che possiamo avere su questa Terra, ma il frutto della pace è la gioia di essere amati da Dio.

Dio c’è, è l’Onnipotente, è Amore, è Giustizia, è Bontà, è Verità.

La gioia cristiana è la gioia della salvezza, è la gioia della destinazione ultima della nostra vita che è una festa senza fine in Cielo!

Questa gioia possiamo già sperimentarla, basta guardarsi intorno per vedere quante persone vivono questa gioia interiore come una sorgente d’acqua che sgorga perennemente dal loro cuore. Questa gioia si riflette nel sorriso, negli occhi pieni di bontà, nelle parole che queste persone usano, nei gesti che compiono.

Chiediamo anche noi a Dio di sperimentare questa gioia nel profondo del nostro cuore.

Da “La Lettura cristiana della cronaca e della Storia”