LA  SECONDA  BESTIA DELL’APOCALISSE :  IL MODERNISMO

La  Regina della pace  ha svelato ripetutamente e  con  toni severi  quelle  che possiamo chiamare  le due bestie del  cap 13.mo dell’Apocalisse:

la  bestia simile  a  un pantera  che,  con  la sua ferocia,  è il simbolo   potere  umano  che si erge  contro  Dio e  che opprime  l’uomo;

la  bestia simile ad un agnello  ma con  la voce di drago che  il è  il  simbolo della falsa  religione al  servizio della  prima  bestia. 

Questa  pseudo – religione che dovrebbe sostituire  il Cristianesimo,  viene  bollata dalla Madonna in ben tre messaggi col nome di “Modernismo” ,  collegandola ogni volta  con  satana.

L’opera  delle due  bestie,  che configurano i due volti dell’impostura  anticristica, è già in svolgimento ora,  ma avrà la sua massima espansione nel  tempo dei segreti.

Colpisce come nei tre messaggi riguardanti il modernismo la Madonna richiami la presenza di satana, come l’ideatore e il propulsore di una ideologia che, col pretesto di  aggiornare la fede, la dissolve nella mondanità.

Le parole della Madre di Dio sono lame taglienti che smascherano l’eterno impostore: “Satana non dorme e attraverso il modernismo vi devia e vi guida sulla sua via” ( 25-05-2010).

 In effetti, mentre i tre apostoli, prescelti dal Signore nel Getzemani, dormivano ignari e sprovveduti, l’ impero delle tenebre non dormiva e tanto meno il traditore giunto all’ultima sua recita, il bacio della serpe.

L’ obbiettivo che satana si propone col modernismo e molto semplice: far deviare i credenti dalla via della salvezza, mediante la perdita della fede, e incamminarli, come pecore al macello, sulla via della rovina eterna.

Non basta tuttavia vegliare contro un nemico subdolo, che si presenta in veste di pecora, ma dentro è un lupo rapace (Cfr Matteo 7,15).

 Occorre  sfoderare la spada della verità e buttarsi nella santa battaglia: “Voi figlioli, pregate e lottate contro le tentazioni e contro tutti i piani malvagi, che satana vi offre tramite il modernismo. Siate forti nella preghiera e con la croce tra le mani pregate perché il male non  vi usi e non vinca in voi” ( 25 – 03- 2015).

 La pericolosità del modernismo e il suo fascino ingannatore non potevano essere denunciati con maggiore chiarezza.

Dietro la corsa al revisionismo della fede, che vede protagonisti una turba vociferante di addetti all’industria dell’inganno, ci sono “tutti i piani malvagi di satana” Quali sono? Possiamo immaginarli?

Sì, certo: distruggere l’opera di Dio sulla terra, trasformandola in un landa desolata di odio e di tristezza, e trascinarci con lui nella perdizione eterna.

Ancora più scioccante è il messaggio più  recente della Regina della pace, che vede espandersi il piano eversivo del tentatore, il quale, in cambio del rinnegamento della fede, offre all’umanità la signoria sul mondo intero.

“Satana è forte e vuole farvi rivoltare  tutti contro Dio, riportarvi su tutto ciò che è umano e distruggere  nei cuori tutti i sentimenti verso Dio e le cose di Dio. Voi, figlioli, pregate e lottate contro il materialismo, il modernismo e l’egoismo, che il mondo vi offre” ( 25 – 01 – 2017).

Il piano di satana è qui ben delineato nelle sue componenti fondamentali: distruggere nei cuori ogni traccia di soprannaturale ( modernismo), mettere l’uomo al posto di Dio, (egoismo), mettere l’effimero al posto dell’eterno ( materialismo).

 Il fine ultimo è quello di far rivoltare l’umanità intera contro Dio, in modo tale che sia il padre della menzogna e l’omicida fin dal principio  il re del mondo al posto di Gesù Cristo.

Noi sappiamo che questo piano fallirà e  che la Madonna trionferà, ma avrà bisogno della nostra fede forte e  coraggiosa, che non si farà impaurire nella battaglia.

Vostro  Padre Livio