PERCHE’ LA  REGINA DELLA  PACE NON FA MAI CENNO ALL’ANTICRISTO?

Cari amici,

benché non manchino  rivelazioni a santi e  a  mistici che collocano la manifestazione dell’Anticristo in questo nostro tempo,  la Regina della  pace  non  ha mai fatto un riferimento esplicito al riguardo.

Questo silenzio potrebbe sorprendere perché la  lunga   presenza della Madonna a  Medjugorje  è finalizzata  al tempo dei dieci segreti, quando il combattimento escatologico toccherà il suo apice.

La battaglia vedrà  due poli schierati l’uno di fronte all’ altro:  quello capitanato da satana, che cercherà di distruggere quello guidato da Maria,  la Donna dell’Apocalisse incoronata di dodici stelle.

Gli squadroni infernali,  che fanno capo a  Lucifero,  avranno due capitani,  che rappresentano  le  due  bestie,  i due volti dell’Anticristo  (Apocalisse 13)

La  bestia simile  a una  pantera,  che  rappresenta  il  potere umano  assoluto,  che si oppone a   Dio e  si mette al  suo  posto, pretendendo per sé l’adorazione.

La  bestia che ha  il volto  di agnello ma  la  voce di  drago,  che  rappresenta  la  falsa  religione e  che ha lo  scopo  di  indurre  l’umanità  ad  adorare  la prima bestia.

Queste due bestie sono già operanti nel nostro tempo e hanno un seguito pressoché  universale,  come  ci ha indicato la Regina della pace quando ci  ha rivelato che  satana  regna.

Sarebbe un errore soffermarsi alla  manifestazione delle due  bestie, senza scorgere  dietro di loro la  presenza  di satana,  del  quale  sono il  prolungamento.

Attraverso il potere  umano che si sostituisce a Dio  e  la  falsa  religione che lo rinnega,  satana cerca di impossessarsi delle anime e tenerle in schiavitù eterna nel regno del  suo orrore.

Attraverso la persecuzione da  parte della prima bestia  e la  seduzione da parte  della  seconda,  l’angelo ribelle  porterà il  mondo alla totale disperazione,  di  modo che gli uomini stessi invochino Satana Re.

In questa  prospettiva  l’Anticristo,  che  è la sintesi delle  due  bestie,  non è altro che il  prolungamento  di  satana,  lo strumento umano per instaurare  il suo regno  di perdizione e  di morte.

E’ dunque satana, il  serpente  antico,  che la  Madonna  deve  affrontare e schiacciargli la testa  con l’esercito dei suoi valorosi,  che  sono il suo  calcagno.

Questo è  il   motivo per il quale la Madonna  a  Medjugorje indica  in  Satana l’avversario per eccellenza,  ne  svela  i piani di distruzione   e di morte, gli inganni e le   seduzioni e nel  medesimo tempo ci rassicura sul trionfo del suo Cuore  Immacolato.

La Regina della pace ha rivelato a Vicka che  sarà presente con apparizioni quotidiane  e  con  messaggi anche  nel tempo dei segreti.

Sarà  quello il  momento che ci svelerà dietro chi  e  che  cosa satana opererà  per attaccare e distruggere  la  Chiesa e  portare  le  anime  alla perdizione.

A  noi non  resta che  essere  vigilanti  nella  preghiera, saldi nella fede, coraggiosi nella testimonianza , pronti a  perdere  la  vita  terrena per  guadagnare  quella eterna.

Vostro Padre  Livio