Chi sono quelli che non crederanno al segno che apparirà sulla 
collina di Medjugorje?

 

Caro Padre  Livio,

 non so se  lei abbia già  spiegato questa  affermazione  della  Madonna relativa al segno che lascerà sulla collina di  Medjugorje a conferma delle sue apparizioni: “  Anche quando sulla collina  lascerò il segno promesso,  molti non crederanno.  Verranno sulla  collina, si inginocchieranno, ma  non crederanno.  E’ ora il tempo di convertirsi e fare  penitenza.

Caro Padre  Livio, secondo Lei chi sono queste  persone che sono “molte”, secondo quanto affermato dalla  Madonna e sono cristiane, visto che si inginocchieranno. Lei se  n’è fatta  un’idea?

Luisella da Firenze

Cara  Luisella ,

 se  la Madonna ha fatto questa anticipazione significa che è molto addolorata per questo rifiuto pervicace che riguarda  le  sue apparizioni e che neppure  un segno  assolutamente straordinario riesce a scalfire.

A   mio avviso, e  mi dispiace dirlo, queste  persone non sono tanto i  non credenti, quanto  i cattolici che in grande  maggioranza  non prendono in nessuna considerazione  la presenza della Regina della  pace.

Anche dopo oltre 40 anni di apparizioni quotidiane e di meravigliosi messaggi  con i quali la Madonna ha sostenuto  la Chiesa, non si vede un particolare interessamento per Medjugorje.

Siamo sull’orlo di un abisso spirituale  e morale, con l’umanità a rischio di autodistruzione, eppure imperversano la sordità e  la cecità nei confronti dei richiami della Madre di Dio.

Queste  persone correranno a Medjugorje per vedere il segno,  ma  soprattutto per trovare qualche  motivo per   negarne  l’origine soprannaturale.

Essendo farisei di professione, si inginocchieranno per non dare  dell’occhio,  ma  non crederanno. Purtroppo quando il cuore si è indurito il diavolo ha vinto la partita.

D’altra  parte  i Farisei, dopo che hanno visto Lazzaro risuscitato,  hanno tramato per uccidere  lui e Chi lo aveva  risuscitato da morte.

Noi piuttosto  non aspettiamo il segno per convertirci e per fare  penitenza.

Vostro Padre  Livio