BLOG DI P.LIVIO DIRETTORE DI RADIO MARIA

"VI SUPPLICO: CONVERTITEVI!" (REGINA DELLA PACE-MEDJUGORJE)

🌲💫NOVITÀ 🌲 IO SONO CRISTIANO E AMO GESU’ SOPRA OGNI COSA

Articolo in evidenza
NOVITA’


Quanti oggi, di quelli che sono stati battezzati ed educati nella fede cristiana guardano ancora a Gesù riconoscendo in lui la Luce del mondo, la Via, la Verità e la Vita?

Nella società in cui viviamo, in particolare nei Paesi di antica cristianità, Gesù Cristo è stato declassato a un semplice maestro spirituale, quando non è stato addirittura infangato e vilipeso, rinnovando la sua Passione.

In un mondo che ha rinnegato la fede e la croce, cresce l’odio contro Gesù Cristo e nel medesimo tempo l’intolleranza verso coloro che credono in lui e lo amano.

Sono in particolare i giovani, adescati da innumerevoli falsi maestri, a non conoscere Gesù nella sublime bellezza della sua persona e nella sapienza divina dei suoi insegnamenti.

Questo libro, nato da una serie di catechesi giovanili a Radio Maria, vuole aiutare a conoscere Gesù più da vicino, in modo da stabilire con lui un’amicizia intima e indistruttibile che ci accompagni nell’impegnativo pellegrinaggio della vita 

⭐⭐ 🟢 NUOVO LIBRO DI 🔴 P.LIVIO

🟡IO SONO CRISTIANO E AMO GESU’ SOPRA OGNI COSA🟡

🔸info.ita@radiomaria.org🔹

🔹tel:031 610600🔸

⭐Whatsapp: 031/610610⭐

E sugli store online

Per ulteriori informazioni visita la pagina facebook di Radio Maria

IL COMBATTIMENTO SPIRITUALE

APOSTOLI DI MARIA

35. Maria chiede ai suoi apostoli il  coraggio dei profeti

Con l’inizio del nuovo millennio la Regina della pace stringe i tempi per la chiamata e la formazione dei suoi apostoli. Non si può non vedere qui la realizzazione di una straordinaria profezia di S. Luigi Maria Grignon da Monfort sui tempi mariani che sarebbero sopraggiunti, durante i quali la Madonna avrebbe formato i suoi apostoli per la più grande battaglia della Chiesa contro Satana e i suoi seguaci.

Il Beato Giovanni Paolo II ha certamente contribuito a rendere attuale il Monfort e a suscitare interesse per questa straordinaria figura,  diffondendo la pia pratica dell’affidamento a Maria. Tuttavia S. Luigi Maria è vivo oggi non solo per questo.

Già Jean Guitton si era chiesto se, con le apparizioni di Rue de Bac a Parigi, non fossero iniziati quegli ultimi tempi profetizzati dal “Trattato della vera devozione”. Leggendo le pagine profetiche del Monfort su un futuro non troppo lontano, caratterizzato dalla presenza degli apostoli di Maria, si ha come la percezione che esso ci sia contemporaneo e che la nostra generazione ne sia direttamente coinvolta.

A oltre tre secoli di distanza il messaggio del profeta di Maria illumina il nostro momento storico e dischiude orizzonti di speranza in una situazione mondiale piena di angoscia e di tribolazione.

Il Monfort annuncia profeticamente un tempo in cui avverrà la piena rivelazione della Madre di Dio, perché allora sarà conosciuta, come mai prima, la sua azione misericordiosa nella lotta contro i nemici di Dio e nel sostegno alla Chiesa: “Maria deve risplendere più che mai in questi ultimi tempi in misericordia, in forza e in grazia” ( Trattato V. D. 50, 6°).

Dio infatti intende per mezzo di Lei schiacciare la testa al serpente infernale, il quale negli ultimi tempi raddoppierà i suoi attacchi e susciterà crudeli persecuzioni che cresceranno fino all’avvento del regno dell’Anticristo ( Trattato V.D, 51).  Il diavolo chiamerà al suo servizio i nemici di Dio e della Chiesa, che, frementi di odio,  si raduneranno da ogni parte  per l’attacco finale  (Trattato V. D. 48,50; Preghiera Infuocata, 5-27-28).

Per affrontare le schiere di satana e vincerle, Maria formerà i suoi apostoli, “gli apostoli degli ultimi tempi”( Trattato V.D. 58). S. Luigi Maria usa una sola volta questa espressione che lui stesso ha coniato, ma di loro ne parla spesso con passione, per metterne a fuoco l’ identità e la missione che sono chiamati a compiere (cfr.  Trattato V.D . 47-58).

 Essi vengono descritti come “santi eccelsi” e “ anime grandi, piene di grazia e di zelo”. Sono “prodi soldati e fedeli servi di Gesù Cristo…e servi fedeli e veri figli di Maria”. Il Monfort ha cura di mettere in evidenza la loro condizione sacerdotale, chiamandoli “ministri del Signore…figli di Levi”, “ veri apostoli degli ultimi tempi in mezzo agli altri sacerdoti, ecclesiastici e chierici”. 

Tuttavia non sono affatto esclusi i laici, in quanto il santo parla più in generale di “anime elette” nelle quali Maria regna sovrana e, aprendo lo sguardo sul futuro, preannuncia “uno squadrone di bravi e valorosi soldati di Gesù e di Maria, dell’uno e dell’altro sesso” ( Trattato V. D. 114).

La loro attività è quella di distruggere e di edificare: “distruggere il peccato e stabilire il regno di Gesù Cristo” (Segreto di Maria, 59). Fedele alla distinzione fra il peccato e il peccatore, per cui bisogna odiare il primo e amare il secondo, il Monfort non esita a usare le espressioni più veementi per descrivere il combattimento contro le forze del male:

 “ Combatteranno, rovesceranno, schiacceranno” ( Trattato V. D. 48); “ Tuoneranno contro il peccato, grideranno contro il mondo, colpiranno il diavolo e i suoi seguaci” (ib 57); “Saranno odore di morte per i grandi, i ricchi e i superbi mondani” ( ib 56); “Attaccheranno e abbatteranno i nemici di Dio (Preghiera infuocata, 8,29); “Schiacceranno la testa all’antico serpente” ( ib. 12); “Con le loro ardenti preghiere scaglieranno frecce contro i nemici per abbatterli o convertirli ( ib 25).

L’aspetto costruttivo dell’azione degli apostoli di Maria sarà rivolto soprattutto verso la Chiesa, che verrà riformata ed estesa in tutto il mondo: “ Dal loro ministero sia rinnovato il volto della terra e riformata la tua Chiesa” ( Preghiera infuocata, 17); “ Metteranno dappertutto il fuoco dell’amore divino” (Trattato V.D. 56); “ Lasceranno nei luoghi dove hanno predicato solo l’oro della carità” (ib. 58); “Saranno il buon profumo di Gesù Cristo” (ib. 56); “Edificheranno il tempio del vero Salomone e la mistica città di Dio” (ib. 48);  “Spanderanno la pioggia della Parola di Dio e della vita eterna” (ib. 57); “Lavoreranno per estendere il dominio dell’Altissimo sopra quello degli empi, idolatri e maomettani” (ib. 59). Infatti il diluvio di fuoco che riceveranno li porterà a convertire “ persino a mussulmani, i pagani e gli ebrei” ( Preghiera infuocata, 17).

Messe a fuoco l’identità e l’attività degli apostoli degli ultimi tempi, il Monfort ne descrive con parole di fuoco l’ardore spirituale che li caratterizza.  Essi “saranno anime grandi…piene di grazia” (Trattato V.D. 48) e “Molto uniti a Dio” (ib. 56). In rapporto al Padre avranno “ L’oro dell’amore”, “L’incenso della preghiera” e “la retta intenzione dell’amore di Dio” ( Ib. 56,58).

 In rapporto al Figlio essi saranno “veri discepoli di Gesù Cristo” e questi crocifisso, in quanto mettono in pratica in modo radicale il vangelo e lo annunciano “nella pura verità, senza guardare in faccia a nessuno” ( ib. V.D. 59).  In rapporto allo Spirito Santo, ne seguiranno docilmente le ispirazioni interiori come “nubi tonanti e vaganti nello spazio al minimo soffio dello Spirito” ( Ib. 57,58). 

Essi saranno animati da uno zelo apostolico ardente, come gli apostoli dei primi tempi: “Anime grandi, piene di zelo” (ib. 48), “Superiori  ad ogni creatura per lo zelo coraggioso”, che “ Metteranno dappertutto il fuoco dell’amore divino” in quanto sono essi stessi “Fuoco ardente” ( ib. 56). Nella lotta contro il regno dell’Anticristo saranno “frecce acute nella mano della potente Maria” ( ib. 56).

Essendo stati plasmati dalla Madre di Dio, “Avranno una particolare devozione alla Vergine santissima. Saranno rischiarati dalla sua luce, nutriti dal suo latte, guidati dal suo spirito, sostenuti dal suo braccio, custoditi sotto la sua protezione” (ib. 48,55).

 “Sono stirpe della Vergine santa…suoi veri figli e servi…suoi poveri schiavi e umili figli…suo calcagno che schiaccerà la testa al serpente” ( Ib. 54). Lotteranno contro i nemici di Dio con in mano il bastone della croce e la fionda del rosario” (Preghiera infuocata, 8) e, come il loro Maestro, sperimenteranno persecuzioni e croci, perché “il demonio tenderà insidie al calcagno di questa misteriosa donna , cioè alla piccola compagnia dei suoi servi” (Ib 13).

Non è certo un caso che il Papa “Totus tuus”, il cui pontificato si è sovrapposto alle apparizioni della Regina della pace, si sia formato fin da giovane sugli insegnamenti del Monfort, da lui definito “un teologo di classe”. E’ proprio nella figura del grande Papa mariano che possiamo vedere il prototipo degli apostoli di Maria profetizzati dal santo bretone.

 La Madre vorrebbe che tutti i suoi figli, che hanno risposto alla chiamata, fossero i suoi apostoli, in modo particolare i sacerdoti che accorrono numerosi a Medjugorje. “Vi invito a diventare apostoli dell’amore e della bontà” (25-10-1993). “Solo con la preghiera potete diventare anche voi veri apostoli della fede” ( 25-03-1997). “Solo con la preghiera potete diventare i miei apostoli della pace in questo mondo senza pace”  (25-11-1999). “ Vi sto chiamando ad essere miei apostoli” ( 18-03-2000). “ Miei apostoli, io sarò con voi e vi aiuterò” ( 02-04-2005). “Vi invito, figlioli, ad essere miei apostoli di pace e di amore nelle vostre famiglie” ( 25-06-2005). “Datemi i vostri cuori, così che in essi io metta mio Figlio e faccia di voi i miei apostoli, apostoli di pace e di amore” ( 02-11-2006).

Con il quarto decennio delle apparizioni la Regina della pace moltiplica gli appelli e intensifica  la formazione, nella consapevolezza che il tempo si è fatto breve e l’ora dell’impero delle tenebre incombe. E’ giunto il tempo di rispondere: “Sì, Sì” , senza ulteriori dilazioni: “ Figli miei, siate voi i miei apostoli, siate il mio fiume di amore. Io ho bisogno di voi” ( 18-03-2010). “ Figli, miei, apostoli miei, aiutatemi ad aprire la strada a mio Figlio” ( 02-10-2010). “ Raduno voi, che siete disposti ad aprirmi il vostro cuore , che siete disposti ad essere miei apostoli del mio amore, perché mi aiutiate” ( 02-03-2011).

Di quale aiuto ha bisogno la Madonna? In primo luogo per salvare coloro che “camminano verso la perdizione eterna” ( Ib). “ La Madre invita a camminare con Lei, così potrà mostrare che cosa si aspetta: “ Io, con amore materno, dimostrerò che cosa aspetto da ciascuno di voi, che cosa aspetto dai miei apostoli. Incamminatevi con me” ( 10-03-2011). “Pregate, affinché possiate essere apostoli della luce di Dio in questo tempo di tenebra e di disperazione. Questo è il tempo della vostra messa alla prova” ( 02-03-2012).

“Figli miei, non perdete tempo in vanità. Solo la conoscenza dell’amore di mio Figlio vi può salvare…Egli ha mi ha scelto ed io, insieme a Lui, scelgo voi, perché siate apostoli del suo amore e della sua volontà. Figli miei, su di voi v’è una grande responsabilità. Desidero che voi, col vostro esempio, aiutiate i peccatori a tornare a vedere , che arricchiate le loro povere anime e li riportiate tra le mie braccia” ( 02-06-2012).

Per questa straordinaria missione la Madonna ha bisogno di anime ardenti di carità e rivestite di santità, così straordinariamente descritte dal Monfort. Ha bisogno che i suoi apostoli abbiano un “cuore puro” ( 02-10-2012), che siano “portatori di luce” ( ib), che siano “perseveranti “ e “affidabili” ( 02-11-2012), radicati nella “verità di Dio” (02-12-2010) e docili alla guida dello Spirito Santo (Ib). Vuole in ultima istanza che siano “una cosa sola” con suo Figlio ( 02-04-2013).

Dopo aver compiuto la missione loro affidata, gli apostoli di Maria, come già i Dodici con Gesù, avranno la grande gioia di parlare di loro al Padre celeste. “Con la vostra vita aprite la via a tutti coloro che stanno ancora vagando in cerca della verità. Figli miei, siate miei apostoli che non hanno vissuto invano. Non dimenticate che verrete davanti al Padre celeste e gli parlerete di voi” (02-04-2013).

Vostro Padre Livio

🌹STORIE DI MEDJUGORJE🌹

LE  INTEVISTE DI VICKA DI MEDJUGORJE SU RADIO MARIA (1,1)

Cari amici,

Vicka di Medjugorje ha tenuto in diretta   su  Radio Maria cinque interviste che sono un importante documento  storico sulle  apparizioni di Medjugorje e una testimonianza di profonda spiritualità mariana. Le pubblichiamo a puntate  incominciando dalla prima.

I messaggi più importanti della Madonna

Vicka : Pronto?

Roberta: Pronto!

Vicka: Sono io Vicka, ciao Roberta.

Roberta: Ciao Vicka! Come stai?

Vicka: Bene e tu?

Roberta: Ah tutto bene, grazie!

Vicka: Sono contenta. Anche qui tutto benissimo.

Roberta: Siamo contentissimi di sentirti.

Vicka: Siamo già in diretta?

Roberta: Come no? Vai pure!

Vicka: Prima passo un momento Padre Livio che è qui con me.

Padre Livio:  Innanzi tutto un caro saluto a tutti gli ascoltatori di Radio Maria. Siamo qui a Medjugorje durante il Festival dei giovani. E’ la prima volta che vi partecipo e posso dire che si tratta di una esperienza straordinaria. Sono convenuti una decina di migliaia di giovani da ogni parte del mondo per ascoltare i messaggi della Regina della pace. C’è molta fede e un entusiasmo che contagia anche noi adulti. Si distinguono i giovani dell’Est europeo, ma ci sono anche molti italiani e un bel gruppetto che frequenta la catechesi giovanile di Radio Maria. Il programma è molto intenso. Siamo impegnati dal mattino fino a notte inoltrata, soprattutto negli incontri di preghiera. Penso che la Madonna sia molto contenta di tutta questa gioventù che fa ben sperare per il futuro. Ora lascia il microfono a Vicka perché possa trasmettere a tanta gente in ascolto i messaggi della Madonna.

Vicka: Un grande saluto a tutti gli ascoltatori di Radio Maria. Sono contenta di questa possibilità, di questo dono che Padre Livio sta qui con me e possiamo trascorrere insieme qualche giorno. Ma sono ancora più contenta di poter trasmettere con tutto il cuore i messaggi che la Madonna dà a me e che io posso donare a tutti voi.

            I messaggi principali che la Madonna dà a tutti sono: la preghiera, la pace, la conversione, la confessione e il digiuno. La Madonna ci raccomanda di recitare ogni giorno le tre corone del santo rosario, i misteri gaudiosi, dolorosi e gloriosi. Ci invita anche a fare il digiuno solo a pane e acqua due volte alla settimana, il mercoledì e il venerdì. In modo particolare ci raccomanda di pregare per avere una forte fede.

La preghiera del cuore

Quando la Madonna ci invita alla preghiera Lei non ci chiede di pregare solo con le parole e con la bocca, ma vuole che ci sforziamo di aprire un po’ ogni giorno il nostro cuore, in modo tale che, arrivando a pregare col cuore , la preghiera diventi per noi una gioia.

 A questo riguardo la Madonna ha portato un bellissimo esempio. Tutti voi, dice, avete nelle vostre case un vaso di fiori che bagnate ogni giorno con qualche goccia d’acqua. Voi vedete come questo fiore cresce pian piano fino a formare una bella rosa. La stessa cose accade per il nostro cuore. Se noi ogni giorno nutriamo il nostro cuore con qualche preghiera, allora esso cresce e si apre come un fiore. Ma se per alcuni giorni noi trascuriamo di dare acqua, vediamo come il fiore appassisce e muore. Lo stesso avviene per il nostro cuore quando manca la preghiera.

La Madonna dice che noi quando è il momento della preghiera tante volte troviamo delle scuse dicendo: “ Sono stanco. Ora non mi sento di pregare. Lo farò domani”. Ma il giorno dopo rimandiamo ancora e così ci distacchiamo dalla preghiera e il nostro cuore si allontana da Dio. La Madonna ci vuol far comprendere che come un fiore non può vivere senz’acqua, così noi non possiamo vivere senza la grazia di Dio che ci viene dalla preghiera.

La preghiera del cuore, dice ancora la Madonna, non è qualcosa che si impara studiando o leggendo i libri, ma la si apprende vivendola e facendo ogni giorno qualche passo in avanti.

Il digiuno a pane e acqua

La Madonna ci invita poi al digiuno due volte alla settimana. Però se una persona è malata non è necessario che faccia il digiuno a pane e acqua, ma basta che offra un piccolo sacrificio, rinunciando a qualcosa che le piace di più. Se invece una persona sta bene, ma ha paura a digiunare perché sente qualche piccolo disagio fisico, allora la Madonna dice che se il digiuno viene fatto con grande amore verso Dio e verso di Lei le difficoltà vengono facilmente superate. Ciò che manca è la nostra forte volontà.

La conversione totale

Poi la Madonna ci invita ad una conversione totale. Lei afferma che tutti noi quando abbiamo dei problemi, delle malattie o ci troviamo in mezzo alle difficoltà, pensiamo subito che lei e Gesù sono lontani da noi. “ No, cari figli, – dice – noi siamo sempre vicini a voi! Solo aprite il vostro cuore, così potrete vedere quanto noi vi amiamo”.

 La Madonna ci invita anche a fare dei piccoli sacrifici, ma ciò che la rende più contenta è quando noi rinunciamo al male e lasciamo una vita di peccato. La Madonna poi ci dona  la sua pace e il suo amore. “ Ma voi – dice – portateli alle vostre famiglie, ai vostri amici e conoscenti!”. Lei ci benedice e prega per tutti noi.

(Continua)

(Intervista a Vicka condotta da Padre Livio a Medjugorje il 3.8.1998 in diretta con Radio Maria)

“IO SONO CRISTIANO E AMO GESÙ SOPRA OGNI COSA” – Puntata 9

UNO SGUARDO DI FEDE SULL’ATTUALITA’

Pensiero Spirituale sulla speranza cristiana

Cari amici,

nel messaggio del 25 novembre la Regina della pace ha detto che Dio è la nostra speranza. Questa affermazione è, allo stesso tempo un’esortazione ma anche una consolazione.

La speranza cristiana, rispetto a quella umana, è ben diversa perché è nutrita dalla stessa certezza della fede. La speranza cristiana è la fede in ciò che accadrà, è la fede in ciò che Dio ci ha rivelato riguardo al futuro, è la fede nel progetto di Dio e nella sua opera di Salvezza.

Per sua natura la speranza cristiana è certa, significa credere fermamente in tutto ciò che Dio ha rivelato riguardo il futuro come la resurrezione della carne e nella gloriosa venuta di Cristo.

La speranza è una delle tre virtù teologali che sono quasi sempre menzionate nei messaggi della Regina della pace: fede, speranza e carità. La speranza è una virtù da coltivare perché acquisisca la certezza e la luminosità della fede.

La speranza nella vita eterna è ciò che sorregge il cammino cristiano. La vita, nella luce della divina rivelazione, è un cammino verso Dio e verso la felicità eterna. La fede in questa mèta della vita si chiama, appunto, speranza.

La Madonna ci dice che Dio è la nostra speranza e lo fa proprio in questo momento storico caratterizzato dalla sua presenza. Forse non ci siamo ancora resi conto del tutto dell’importanza della sua presenza da così tanto tempo, benché ce lo abbia ripetuto più volte.

La Regina della pace instancabilmente ci ha svelato il piano di satana che è quello di distruggere le nostre vite e il pianeta sul quale viviamo e portare le anime nella perdizione eterna. Lei è qui per salvarci.

La Madonna è qui per impedire a satana di portare a compimento il suo piano di distruzione e di morte spirituale. La speranza cristiana è la certezza della salvezza che viene da Dio.

La speranza dei cristiani è proprio nell’intervento di Dio. I miracoli che Dio compie nella Storia, soprattutto a sostegno dei piccoli, di quelli che credono in Lui, sono la manifestazione della Sua onnipotente preghiera e alimentano la speranza dei cristiani.

Dio è Colui che viene in soccorso dei suoi figli, non li abbandona, rovescia i potenti dai troni e innalza gli umili.

La speranza cristiana ha un suo culmine che è la salvezza che viene da Gesù Cristo. Non si tratta di una salvezza solamente storica che riguarda l’umanità e il cammino dell’umanità nella Storia, è una salvezza anche personale, esistenziale. Come umanità e come singoli ci troviamo in una situazione drammatica quando entriamo in questo mondo perché siamo in balìa delle onde minacciose che potrebbero travolgerci da un momento all’altro. Inoltre, siamo soggetti al male, al dolore, alla morte, alle tentazioni. La nostra situazione esistenziale è di grande precarietà, dalla quale l’uomo non potrebbe mai uscire fuori da solo.

Dal mondo non viene nessuna salvezza, le promesse di salvezza che vengono dalle trasformazioni del mondo e dalla natura umana, sono tutte forme nuove di schiavitù.

La vera salvezza viene da Dio. Coltiviamo la speranza cristiana nella certezza che Dio ci ama e ha mandato la Madonna per chiamarci alla conversione e per fermare il piano di satana.

Non perdiamo mai la vera speranza, Dio ci salverà. 

Da “La Lettura cristiana della cronaca e della Storia”

☕IL CAFFEINO QUOTIDIANO DI P. LIVIO☕

🌟🖊️CI SCRIVONO🖊️🌟    

SENZA LIBERTA’ COSA FARETE? REMI IN BARCA? MAI!

Caro Padre Livio ,

volevo scriverle per rispondere direttamente al quesito che le ha posto Elena da Treviso.

Come prima cosa volevo riportare questa frase , presa dal film di Mel Gibson, che qualche settimana fa anche Lei aveva ricordato :

“Siete venuti a combattere da uomini liberi, e uomini liberi siete: senza libertà cosa farete? Combatterete? Certo, chi combatte può morire, chi fugge resta vivo, almeno per un po’… Agonizzanti in un letto fra molti anni da adesso, siate sicuri che sognerete di barattare tutti i giorni che avrete vissuto a partire da oggi, per avere l’occasione, solo un’altra occasione di tornare qui sul campo ad urlare ai nostri nemici che possono toglierci la vita, ma non ci toglieranno mai la libertà!”

Senza libertà cosa faremo?

Cosa faremo senza il dono più grande che Dio ci ha fatto?

LA LIBERTÀ!

La libertà di scegliere per Dio!

Io son stato creato da uomo libero , e uomo libero voglio rimanere a costo di perdere la mia vita.

C’è sempre una sottilissima tentazione che spesso pervade il mio cuore, oggi come prima.

Ho la mia casa , la mia famiglia ,il mio lavoro, non mi manca niente, insomma perché dovrei agitarmi e combattere per ciò che sta avvenendo in un posto così lontano?

Poi però mi desto , e penso all’Ucraina , a tutte le persone torturate , violentate , massacrate e poi uccise.

Penso alle centinaia di fosse comuni e a tutte quelle persone morte , bambini inclusi.

Siamo sicuri che posso rimanere cosi tranquillo?

Siamo sicuri che prima o poi anche questo non potrebbe succedere a me , mio figlio o mia moglie?

Cosa pensiamo , che l’Ucraina sia così lontana e la Russia di Putin cosi pura e benevola che , una volta distrutta l’Ucraina , non sarebbe tentata e spinta da Satana a dirigersi anche verso il resto dell’Europa nel tentativo di “purificarla” e magari di sostituire la chiesa cattolica con questa forma Satanica di chiesa Pseudo Ortodossa?

Certo , come tanti Cattolici (alcuni anche figli di Medjugorje ) pensano , bisognerebbe difendere i valori , combattere contro il Gender , l’aborto e tutti i temi che sicuramente stanno a cuore anche noi.

Ma pensate che non ci siano credenti fervorosi lì in Ucraina a combattere? pensate che non ci siano patrioti cristiani nostri fratelli lì a combattere?

E voi , cari cattolici Putiniani (perché così è , e le cose bisogna dirle fino in fondo) , pensate davvero che valga di più combattere una battaglia , sicuramente giusta , su certi temi e lasciar perdere nostri fratelli Cristiani che , ogni giorno vengono sterminati gratuitamente? E dovremmo tacere ?

Visto che vi definite Cristiani , Cristo ha cambiato il mondo salendo su una croce e facendosi uccidere , o ha cambiato il mondo prendendo in mano spada e scudo e iniziando ad ammazzare tutti coloro che non volevano abbracciare il Cristianesimo o abbracciare un’idea o un credo?

Cristo prima , e ora da 40 Anni Maria a Medjugorje , ci insegnano che il mondo non si cambia con la spada. Ma con l’amore , il perdono, la preghiera.(come sempre anche Il Papa Francesco ci indica).

Perché cari fratelli Putiniani , quello che sta facendo Putin è questo! Potete far finta di niente e nascondere la testa sotto la sabbia , ma la guerra che si sta combattendo in Ucraina pensate sia per il petrolio , il gas , la Nato.

La guerra che si sta combattendo li , è una guerra ideologia , e lo dimostrano gli interventi , oltre che di Putin , di Kirill (la loro guida spirituale suprema) Dugin (il più grande consigliere di Putin) ecc ecc..

Perché è normale carissimi che venga assoldato un esercito (quello Ceceno) che non si ferma ai soli combattimenti , ma stupra , tortura, massacra e uccide donne e bambini?

Ma anche queste sono storie dimenticavo.

Penso Caro Padre Livio che ora sia giunto il momento di tirare fuori il coraggio e di schierarsi apertamente, senza paura , senza vergogna , per difendere la loro libertà , la loro vita. La NOSTRA libertà e le nostre vite.

Armiamoci col rosario in mano e combattiamo contro TUTTI coloro che vogliono seguire il principe di questo mondo.

Scusatemi , qual è la cosa peggiore che potrebbe capitarci? Morire?

 Ma se la Madonna da 41 anni ci ripete che dopo la morte ci aspetta la vita eterna , di cosa abbiamo allora paura?

Vogliamo davvero chiudere gli occhi di fronte a tutto questo?

E soprattutto noi Mariani , vogliamo davvero far finta di niente quando anche La Vergine ci ha fatto capire negli ultimi mesi ,come stanno realmente le cose?(“SATANA HA VISITATO LA TERRA” – GIORNO DELLO SCOPPIO DELLA GUERRA)

Se non volete credere a me , a Padre Livio e tanti altri posso capirlo..ma a quello che la Madonna sta dicendo ci credete?

A quello che il Santo Padre dice di credete?

Be dimenticavo che per voi anche il Santo Padre , Papa Francesco e’ il finto papa .

Però allora non state nemmeno ad andare sulla collina ad inginocchiarvi perché quello che la Madonna ha indicato , dovrebbe essere una follia per voi.

Scusa direttore per il mio insistere su questo argomento , ma ritengo che ormai non si possa più stare a guardare e tirare i remi in barca.

un abbraccio caro Padre Livio

Andrea 

🔴LIVE VIDEO🔴LETTURA CRISTIANA DELLA CRONACA E DELLA STORIA

Loading the player...

🌟🖊️CI SCRIVONO🖊️🌟    

Il Covid  e  la  guerra in Europa nessuno se  l’aspettavano

Caro Padre  Livio,

ammiro il suo impegno per  preparare  noi che  abbiamo risposto alla chiamata, a  prepararci spiritualmente al momento della rivelazione dei segreti.

Io però ,  salvo un numero ristretto di fervorosi, vedo aumentare lo scetticismo e  una  certa  avversione  per  messaggi che  preannunciano un  futuro apocalittico.

In fondo la  pandemia  è stata  superata  e  anche questa  guerra  potrebbe finire  presto per esaurimento.

A questo punto mi chiedo e  lo chiedo anche a  Lei:  vale la  pena  agitarsi così   tanto?

Non è meglio lasciare  che le  cose  vadano come   devono andare?

Lei non ha questa tentazione?

Elena  di  Treviso

Cara Elena,

l’attacco dell’impero delle  tenebre  arriva  spesso quando noi non ce  l’aspettiamo.

 Satana  non dorme  ha detto la Madonna,  mentre  noi, come gli Apostoli nel Getzemani, dormiamo e cerchiamo distrazioni.

Indubbiamente questa  è una tentazione insidiosa.

Adesso è tempo  di preghiera, di veglia e di conversione.

Il Covid e  la Guerra  nessuno se  l’aspettavano. Sono arrivati all’improvviso  e ci hanno trovati impreparati.

Cerchiamo Dio,  la  sua gioia e la  sua forza  e,  come Israele,    attraverseremo vittoriosamente il  Mar  Rosso.

Ave  Maria

P.   Livio

🌟🖊️CI SCRIVONO🖊️🌟    

Maria, nuova arca di salvezza

Buonasera caro padre Livio,

ho da poco terminato di ascoltare il suo editoriale di oggi e non posso fare a meno di porle alcune questioni…

Innanzitutto, mi perdoni, ma a me pare che la situazione attuale del mondo non sia come quella dei tempi di Noè, per due motivi:

Primo, perché la Madonna stessa ha detto in un suo messaggio che il male è forte come mai prima d’ora. Quindi i tempi odierni sono decisamente peggiori di quelli che precedettero il diluvio.

Secondo, Noè costruì un’arca di legno, quindi un’opera umana, se pur per ispirazione divina; ora con noi da molti anni abbiamo Maria, arca della nuova alleanza! Non un’opera costruita da uomo,  ma una donna perfettissima creata da Dio, la Madre di tutti gli uomini, onnipotente per Grazia! 

Pertanto possiamo ben sperare nella salvezza di tanti, perché la Gospa non abbandonerà nessuno dei suoi figli! 

Si perderanno solamente quelli che categoricamente rifiuteranno Lei e suo Figlio.

Infine, un’altra sostanziale differenza sarà il segno sulla collina di Medjugorje.

Infatti, almeno io credo, questo segno miracoloso non sarà l’unico che si manifesterà nel tempo dei segreti.

Se il tempo dei segreti è, come ha detto lei, il tempo di Dio, vedremo sicuramente la mano divina operare tra gli uomini con miracoli, principalmente spirituali, ma anche fisici, come ad esempio è stato profetato per il cugino (mi pare) di Vicka al quale ricrescerà la gamba amputata. 

E se, come scritto da Luisa Piccarreta, ci sarà un rinnovamento del mondo, così come ai tempi di Gesù ci furono segni e miracoli, a maggior ragione ci saranno nel prossimo futuro.  

Io sono convinta che la Gospa non lascerà nulla di intentato per salvarci!

Insomma, se chi entrerà nel tempo dei segreti avrà rafforzato talmente la fede da fare coincidere la propria volontà con quella di Dio, avrà maturato questa scelta solo dopo aver visto come l’onnipotenza del Signore avrà operato nel mondo.

Perché purtroppo, al momento attuale, non sono in molti ad avere, come lei, una fede incrollabile. 

Gli eventi dei segreti saranno tali da convincere gli uomini a credere nell’unico vero Dio, che è Padre, Figlio e Spirito Santo. In sostanza, visto che i tempi sono peggiori e il male è più forte, maggiore e più forte sarà l’intervento di Dio tra gli uomini.

Ave Maria e gloria a Dio.

 Monica di Baldissero


I popoli occidentali dovranno combattere in prima persona in Ucraina

Caro Padre Livio,

La situazione si mette male in Ucraina: la Russia adesso ha, a capo del suo esercito, un generale veramente capace, che ha imparato dagli errori commessi finora e che sta prendendo le contromisure adatte.

Perciò, da ora in avanti, l’aiuto finora fornito dai paesi occidentali all’Ucraina non sarà più sufficiente a contenere la Russia, perché adesso è un popolo di 140 milioni di persone che combatte contro un popolo di 40 milioni di persone, e che ha un territorio estremamente più grande e molto maggiori risorse economiche e di materie prime dell’Ucraina.

Perciò i popoli occidentali dovranno entrare in guerra personalmente, in modo che ci siano 1 miliardo di persone che combattono contro 140 milioni ed inoltre saranno necessarie tutte le armi di cui l’occidente dispone e che finora non ha fornito all’Ucraina, altrimenti la Russia vincerà e successivamente conquisterà il resto del mondo un paese alla volta usando tutte le armi a sua disposizione, non solo quelle militari.

Pertanto dobbiamo prepararci a questo.

Un caro saluto

Fulvio

Pagina 1 di 194

Radio Maria APS - Via Milano 12, 22036 Erba (Co) - CF 94023530150

Privacy policy