Pensiero Spirituale sulla ricerca della vera serenità

Cari amici,

stiamo vivendo un tempo in cui ricerchiamo affannosamente una nuova normalità, vorremmo lasciarci alle spalle le ansie e le preoccupazioni della pandemia.

Non è il virus la causa della compromissione della nostra vita, per quanto la stia rendendo più dura e, avendo toccato tutti più o meno da vicino, so benissimo che per molti è stata (ed è tuttora) una sofferenza a livello psicologico, morale, familiare, economico, sociale e lavorativo.

Ciò che compromette la nostra vita è l’assenza di Dio.

Supponiamo che finisca la pandemia: in una società che ha perso la fede (e quindi il senso della vita e la prospettiva del futuro) a che cosa si riduce la vita dell’uomo? Una vita senza Dio è come la terra senza il sole. Senza Dio si vivacchia, si vaga senza mèta, non c’è una missione da portare a compimento e che la realizza pienamente.

Senza Dio il tempo si consuma rincorrendo gioie fuggitive, beni effimeri, soddisfacimenti della carne passeggeri.

Senza Dio la vita umana altro non è che l’attesa della morte, dell’annientamento totale.    
Chi non ha la prospettiva dell’eternità e dell’immortalità dell’anima vive come un animale, che quando muore (non avendo l’anima immortale) diventa semplicemente un corpo morto.

Se la vita non ha un fine che la trascende, la eleva e soddisfa i nostri desideri di eterna felicità e immortalità, essa si riduce a un guscio vuoto. Questo è il vero problema dei nostri tempi.

Se vogliamo trovare una normalità e quindi una vita che sia serena, gioiosa, operosa, appetibile, degna di essere vissuta – nonostante il virus e la pandemia (che certamente crea paura e apprensione) – già adesso in questo tempo di tribolazione di cui non scorgiamo la fine, possiamo trovare la serenità, la pace, la gioia, il vero senso della vita.

Fin da ora possiamo vivere la vita come un pellegrinaggio verso l’eternità, come una missione d’amore verso il prossimo. Questo vale per tutti, anche per i malati, gli anziani, gli infermi.

Nell’apertura del nostro cuore a Dio, che è Luce e Amore, possiamo trovare veramente nella giornata momenti di gioia e di serenità.

Nella preghiera, nell’amicizia con Dio, nell’operosità e nell’apertura al prossimo, possiamo vivere serenamente anche nel tempo della pandemia.

Da: “La lettura cristiana della cronaca e della storia”