Pensiero Spirituale sulla deriva spirituale

Cari amici,

vorrei approfondire l’affermazione più sconvolgente che la Regina della pace ha fatto negli ultimi mesi, cioè che l’umanità ha scelto per la morte. Sicuramente la prima interpretazione è legata ai fatti di cronaca che sono sotto gli occhi di tutti: quest’anno appena trascorso l’umanità ha scelto per la guerra. Avendo l’umanità scelto per la guerra e avendo eliminato il tabù delle armi nucleari, siamo portati alla conclusione che ha fatto la Madonna ovvero che l’umanità ha deciso per la morte.

Tuttavia, non è questa l’unica interpretazione, bisogna accompagnarla a un’altra. La Madonna vuole dirci che negli ultimi decenni l’umanità ha costruito un mondo senza Dio e che la situazione spirituale attuale è proprio quella della morte.

Benedetto XVI ha fatto un’acuta analisi della modernità, ovvero del pensiero dominante nel mondo. Secondo la visione della vita moderna, il Cristianesimo sarebbe superato, non sarebbe reale né conforme alla realtà quindi non solo sarebbe emarginata, ma rabbiosamente cancellata. La visione del mondo vera, matura, degna di un uomo che ha come strumento di conoscenza infallibile la scienza, dice che Dio non c’è, il mondo è eterno, viene dal caso ed è esso stesso una divinità di cui gli uomini sono l’espressione. Questa è la modernità. Benedetto XVI dice che anche nei Paesi di antica cristianità, che grazie al Cristianesimo hanno costruito istituzioni liberali (che rispettano quindi la libertà di pensiero e di parola), la modernità viene imposta e quindi il Cristianesimo viene ritenuto superato. L’imposizione è subdola, avviene attraverso i mass-media, la scuola, ecc… Nel medesimo tempo, cresce l’intolleranza nei confronti di altre visioni della vita e arriverà fino a leggi e applicazioni delle stesse che cancellino ogni traccia cristiana. Questa è l’analisi di Benedetto XVI; indubbiamente cresce l’intolleranza nei confronti del messaggio cristiano, fino a volerlo cancellare e perseguitare quelli che credono in Gesù Cristo Figlio di Dio e Redentore del mondo.

La Regina della pace da molti anni ha costatato l’attuale situazione: «L’Occidente ha incrementato il progresso, ma senza Dio, come se non fosse Lui il Creatore» (messaggio del 30 ottobre 1981); successivamente ha detto più volte e in modo chiaro che per il mondo nuovo senza Dio non c’è né gioia, né futuro, né salvezza eterna.

La Madonna dice che siccome l’umanità ha deciso che Dio non c’è e che non c’è la salvezza in Gesù Cristo, ha decretato per la sua stessa morte. Si tratta della morte fisica e spirituale. Negando Dio, l’umanità ha decretato la sua perversione, la sua degradazione, la sua disperazione e quindi il suo fallimento totale.

Vediamo chiaramente che l’umanità degradata dal punto di vista spirituale (pensiamo soltanto allo sterminio degli innocenti, alle ingiustizie, alle depravazioni sessuali…) sprofonda nella sporcizia, nella menzogna, nella prepotenza.

Se vedessimo il mondo come lo vede Dio, ci sarebbe da rabbrividire. L’inferno ha preso dimora su questa terra. Il male domina nel cuore degli uomini, la realtà è raggelante. Se non ci fosse quella diga di bene di timorati di Dio che ferma questa ondata di male che con l’ateismo imposto dove andremmo a finire? Alla deriva totale e immediata!

Quali conquiste ha portato la modernità? Forse la felicità è racchiusa in uno smartphone?

Guardate alla situazione del mondo di oggi, frutto della modernità e del rifiuto di Dio. Il rifiuto di Dio ha comportato il regno di satana, l’inferno su questa terra.

Nel quotidiano, nel proprio ambito familiare e sociale, ciascuno faccia la sua parte nel contrastare i messaggi sbagliati, menzogneri e devianti che satana cerca di diffondere nelle menti, soprattutto dei più giovani.

La Verità deve schiacciare la menzogna, il bene deve prevalere sul male, la luce deve contrastare le tenebre perché è certo che il futuro è di Dio e di chi lo ama.

Da “La Lettura cristiana della cronaca e della Storia”