Pensiero Spirituale sul messaggio della Regina della pace del 25 giugno

Cari amici,

siamo entrati nel quarantunesimo anno delle apparizioni della Regina della pace a Medjugorje.

Il mondo sta attraversando un periodo storico caratterizzato dalla presenza del male dilagante. L’umanità è smarrita, impaurita e ha perso la speranza per il futuro. La Madonna però ci ha assicurato che attraverso questo cammino nella valle della tribolazione arriveremo ai tempi nuovi della pace.

Nel messaggio del 25 giugno la Regina della pace ha fatto un’affermazione drammatica che deve essere pesata con le dovute attenzioni. Da tempo la Madonna ci ha avvertito della presenza sempre più concreta e capillare del male nel mondo, lo aveva detto all’inizio del secolo che «satana è libero dalle catene» e che quindi ci saremmo dovuti consacrare al Suo Cuore Immacolato e a quello di Suo Figlio Gesù (messaggio del 1° gennaio 2001).

Questa affermazione è senza dubbio apocalittica, d’altra parte tutto il linguaggio della Madonna è intriso di Bibbia.

La frase del messaggio del 1° gennaio, allora, stava a indicare l’inizio di una fase della Storia dell’umanità che abbiamo denominato “prima fase dell’Apocalisse”, ovvero la battaglia fra la Donna e il drago. Noi stiamo vivendo questa fase storica di inondazione del male, che conquista i cuori a uno a uno, entra nell’uomo e lo domina, lo trasforma a immagine di satana: menzognero, cattivo, bestemmiatore, empio.

Satana vuole prevalere, vuole imporre la sua forza sull’umanità intera, satana vuole regnare.

Nel messaggio del 25 giugno la Madonna ha detto una frase che potremmo definire inedita, non ha mai detto queste parole. È l’ultima frase su cui dobbiamo concentrarci maggiormente:      


La divisione è forte ed il male opera nell’uomo come mai finora

La Regina della pace ha usato il termine “divisione” indicando per la prima volta gli schieramenti nel mondo e ha concluso la frase in modo drammatico denunciando la potenza del male scatenata come mai finora. È allarmante, è drammatico e richiama fortemente le parole del messaggio del gennaio 2001, quando la Madonna ha detto che satana è libero dalle catene.

Per divina permissione satana può scatenare tutta la sua potenza che si rivolge ovviamente contro i seguaci di Cristo, la Chiesa, i testimoni di Gesù.

Questa potenza del male adesso è forte come mai prima d’ora. In tutti questi anni di apparizioni, la Madonna non aveva mai detto una frase del genere. Il male ha toccato l’apice, o meglio il fondo. Satana non è mai stato così forte. L’umanità non è mai stata così posseduta dal male.

Il male vero è nel profondo dei cuori, è nelle menti perverse di chi ha in mano le sorti del mondo, è nella mente di coloro che prospettano di dominare il mondo attraverso la violenza e l’odio. Il male è nel fondo dei cuori dove c’è l’invidia, la volontà di potenza, la bramosia di dominio, l’ambizione di mettersi al posto di Dio. Il male entra nei cuori e li occupa, trasformando gli uomini a immagine del maligno.

Dio sa in che stato è ridotto il mondo. La Madonna è qui perché si fermi il male.

Così come tanti cuori si sono aperti all’odio e hanno fatto spazio al male, molti più cuori devono aprirsi all’Amore di Dio, devono fare spazio alla Verità, devono amare Dio sopra ogni cosa, devono inginocchiarsi davanti alla Croce che è l’unica fonte di salvezza.

Noi dobbiamo essere questi cuori. La divisione è forte ma, mentre chi ha l’odio nel cuore vuole distruggere gli altri, chi invece ha Dio nel cuore deve fermare l’odio con l’amore.

Lasciamoci pervadere dallo Spirito Santo, spalanchiamo i cuori all’amore Dio e il male si fermerà.

Da: “La Lettura cristiana della cronaca e della storia”