Pensiero Spirituale sul messaggio del 25 maggio

«Cari figli! Vi guardo e ringrazio Dio per ciascuno di voi, perché Lui mi ha permesso di essere ancora con voi per esortarvi alla santità. Figlioli, la pace è deturpata e satana vuole la discordia. Perciò la vostra preghiera sia ancora più forte affinché ogni spirito impuro di divisione e di guerra sia silenziato. Siate costruttori di pace e portatori della gioia del Risorto in voi ed attorno a voi affinché il bene vinca in ogni uomo.
Grazie per aver risposto alla mia chiamata»
(messaggio del 25 maggio 2022)

Cari amici, vorrei soffermarmi sulle ultime parole di questo bellissimo messaggio della Regina della pace. La Madonna ci ha esortato a essere costruttori di pace e portatori della gioia di Cristo Risorto perché il bene vinca in ogni uomo. Questo passaggio è molto coinvolgente che ci indica anche in quale modo Dio porta avanti le sue battaglie d’amore, quelle che riguardano il cuore dell’uomo. Se non cambia il cuore dell’uomo, non cambia il mondo.

Fin dall’inizio delle apparizioni la Madonna ci ha insegnato che la pace inizia dai cuori delle singole persone, si propaga così nelle famiglie, nei rapporti umani e come un fiume scorre in tutto il mondo facendo fiorire la primavera. Quando arriverà il momento che Dio ha stabilito potremo vedere questa primavera di pace fiorire in tutto il mondo.

Dobbiamo avere fiducia in una Verità che Gesù ci ha assicurato con la sua vita e con quello che è seguito nel corso del Cristianesimo, ovvero che Lui ha vinto la potenza del male. Dobbiamo quindi avere questa la certezza interiore che il male è una potenza ma Dio è una onnipotenza. L’odio, l’oppressione e la menzogna vengono dal male e sono espressioni antitetiche a Dio che è Amore, Libertà, Verità.

L’odio, l’oppressione e la menzogna sono una potenza ma non sono l’onnipotenza. Solo Dio è Onnipotenza. Non dobbiamo farci intimidire dal male.

Il mondo avrà un tempo di pace e di prosperità. Questa è una certezza e allo stesso tempo un mistero. Il passaggio dei dieci Segreti è talmente traumatico che dagli occhi degli uomini cadranno le squame che impediscono di vedere e i cuori di pietra si spezzeranno. Apriranno gli occhi a Dio, alla sua verità, alla sua presenza al suo amore. Una moltitudine immensa di cuori cambierà, si aprirà all’azione dello Spirito Santo. Ecco perché avremo un tempo di prosperità e pace.

Questo tempo si avvicina! Il bene, l’amore, la verità, la libertà vinceranno! Non dobbiamo arrenderci al male. Dobbiamo lottare contro il male, anche se talvolta sembra invincibile.

Apriamo il cuore alla grazia, al pentimento, al perdono dei peccati, alle lacrime del dolore e così – alla fine del cammino di conversione – avremo anche le lacrime della gioia. Non arrendiamoci al male. Sarebbe un errore gravissimo cedere satana che all’orecchio ci sibila che non ce la faremo mai a uscire dalla palude spirituale in cui siamo caduti.

La potenza dello Spirito Santo opera nei cuori, sono innumerevoli le conversioni, anche se non le vediamo.

Come ci ha esortato la Madonna, applichiamoci affinché nel cuore di ciascuno di noi vinca il bene. Mai arrendersi al male, alla menzogna, all’odio, alla cattiveria.

Impegniamoci ogni giorno, portiamo la pace e la gioia di Cristo Risorto affinché il bene vinca in ogni uomo.

Da: “La Lettura cristiana della cronaca e della storia”