Pensiero Spirituale sull’imminente crollo del mondo nuovo senza Dio

Cari amici,

ormai da quello che si legge sui giornali, si sente in televisione e si evince da ogni forma di comunicazione, il mondo ha voltato completamente le spalle a Dio.

Tutto è affidato agli uomini, tutto dipende dalle loro armi, dalle loro risorse economiche.

C’è in atto un tentativo di un nuovo ordine mondiale, che a parer mio andrebbe chiamato “disordine mondiale”. L’uomo si è messo al posto di Dio, si sente il padrone del mondo, ha eliminato i Comandamenti. L’uomo decide il vero e il falso, il bene e il male e, nella presunzione del mondo nuovo senza Dio, c’è anche la manomissione alla Creazione.

Il mondo nuovo senza Dio crollerà perché ciò che è senza Dio crolla.

Questa guerra è l’inizio del crollo del mondo senza Dio. Il progetto di una nuova Era, di una nuova Creazione, di un nuovo mondo, è in fase di liquidazione, non resterà pietra su pietra! Questa autodistruzione sta già avvenendo perché questa guerra è il mezzo con cui, per divina permissione, verrà distrutto il mondo nuovo senza Dio.

Non è attraverso la comunicazione mondana che possiamo capire che cosa sta avvenendo. Per comprendere la realtà dobbiamo guardare alla presenza della Regina della pace. Chi non accetta questo punto di partenza è cieco! Vede ma non riesce a interpretare. E non vede nemmeno la situazione nella sua totalità, non capisce che i due protagonisti di questa fase storica sono la Donna vestita di Sole e il dragone infernale. Da una parte c’è il piano di satana che avanza per distruggere il mondo, dall’altra c’è il piano di Maria che si sta compiendo per salvare il mondo e per umiliare il maligno.

Questa è chiaramente l’unica chiave di interpretazione del tempo nel quale viviamo, non ce ne sono altre. Bisogna partire dal fatto che la Madonna in questi quarant’anni – attraverso le sue apparizioni, la sua presenza e i suoi messaggi – ha fatto lei stessa la lettura cristiana della cronaca e della storia descrivendoci quello che accadeva così come il Cielo lo vede, nella sua dimensione soprannaturale.

La Madonna nei primi dieci anni di apparizioni ha preparato il crollo del comunismo che occupava metà mondo e ha liberato l’Europa e la Russia stessa da questa dittatura ossessiva, capillare e distruttiva della dignità della persona umana.

I messaggi della Madonna si interpretano strada facendo, non si possono comprendere nella loro interezza subito.

Per capire il momento che viviamo bisogna partire dalle apparizioni della Madonna a Medjugorje che è apparsa con una corona di dodici stelle intorno alla testa, un chiaro riferimento al capitolo XII dell’Apocalisse. Con le apparizioni della Madonna a Medjugorje è iniziato il tempo dell’Apocalisse, il tempo del primo grande combattimento escatologico. Difatti, il tempo dell’Apocalisse è il tempo in cui Dio viene a salvare il suo popolo in una situazione estrema. Questa è la situazione estrema in cui satana sta portando all’umanità un attacco così grave da voler distruggere l’uomo e nel medesimo tempo eliminare la presenza di Dio sulla terra (il mondo nuovo senza Dio).

La Madonna è qui per vincere, è qui come Regina. Per quanto satana sia forte, in realtà avrà un collasso totale. Per molto tempo non riuscirà a riaversi e quando arriverà anche quel momento ritornerà Cristo nella gloria a mettere fine al male.

Siamo nella prospettiva di una battaglia spirituale e dobbiamo guardare a quello che dice la Madonna, schierarci dalla sua parte. Se siamo suoi vinceremo.

Da: “La lettura cristiana della cronaca e della storia”