IL MOMENTO DELLA VERITA’ SU MEDJUGORJE E’ VICINO E  ANDRA’  GIU’ DI TRAVERSO  A  MOLTI.

Cari amici,

non vi è dubbio che le apparizioni di Medjugorje siano fra le più straordinarie e fruttuose della storia, ma nel medesimo tempo anche fra le più contrastate e screditate.

Sono trascorsi decenni, durante i quali la Regina della pace ha fatto di questo villaggio sconosciuto la luce e la speranza del mondo, ma non cessano le disinformazioni e le ostilità da parte di mercenari che seminano zizzania spacciandola per buon grano.

L’esercito massmediatico, ospita a ondate programmate  i portatori di menzogne, di maldicenze e di cattiverie, andando ben oltre i limiti della decenza.

Non c’è da meravigliarsi che satana faccia il suo mestiere e che trovi senza faticare quelli che si prestano al suo gioco, ignari della ricompensa che avranno.

Tuttavia un interrogativo è necessario, visto che dall’inizio delle apparizioni ad oggi la furia del drago non solo non si è placata, ma aumenta sempre più di giorno in giorno.

L’angelo ribelle teme Medjugorje, perché sa che i suoi giorni di libera uscita sono contati e che è vicino il momento in cui la Regina della pace gli schiaccerà la testa, mandando in rovina i suoi progetti ingannevoli.

Infatti Medjugorje è più viva che mai nel cuore di innumerevoli persone in ogni parte del mondo e diventerà il luogo della speranza e della vittoria nel momento in cui la Madonna lascerà il segno sulla collina.

Ora che  la situazione sanitaria è  migliorata  i pellegrinaggi sono ripresi numerosi da  ogni parte  del  mondo. Quelli che avevano  scritto che Medjugorje era  morta, ora si voltano dall’altra  parte  per non vedere.

Non sanno  più a  che santo   ricorrere visto  che persino il Papa ha  invocato  la Regina della  pace,  consacrandole il  mondo,  la Russia  e  l’Ucraina,  proprio nel momenti i cui la Madonna dava  il  messaggio, dicendo che ascoltava  il nostro grido e le   preghiere per la  pace.

La Madonna non ha mai temuto gli attacchi esterni dell’impero delle tenebre, per respingere i quali chiede preghiera e pazienza. Il fango cade sempre addosso a chi lo getta.

Invece ha sempre messo in guardia dagli attacchi interni, di cui il serpente antico è maestro insuperato. Ha messo in guardia dalle infedeltà, dalle tiepidezze e dagli abbandoni di chi aveva risposto alla chiamata.

Finché il suo popolo è fedele, la Madonna è vittoriosa e i polveroni sollevati dall’ottusità e dall’invidia dei mediocri finiscono nel cestino delle cose inutili.

C’è sempre un momento in cui Dio chiama gli uomini a rapporto e quel momento non è lontano. E’ il momento della verità al quale non si può sfuggire.

Tutti quelli che sono fedeli alla Gospa aspettino con fiducia la rivelazione del primo segreto tre giorni prima che accada.  Sarà in quel momento che satana scatenerà il suo polverone seminando menzogne, dubbi e discredito.

Man mano che si andrà  avanti si farà  dura per  gli scettici, i maledicenti e  i complottisti di ogni religione. Che faccia faranno al terzo segreto, il  segno sulla  collina che tutti potranno vedere  e  nessuno potrà  distruggere?

Sia pure  in  un contesto drammatico, qualche piccola soddisfazione se  la prenderanno i pellegrini di Medjugorje, dopo anni opposizioni, di diffamazioni, di sarcasmi. Ci saranno ravvedimenti e pentimenti? Lascio a voi la risposa. In ogni caso il  tempo delle chiusure e   delle esitazioni è finito

Vostro Padre Livio