“LE TENEBRE SEMPRE PIU’ VOGLIONO AFFERRARVI”

Cari amici,

fra i numerosi pericoli che insidiano la nostra vita, ve n’è uno che preoccupa particolarmente la Madonna: la perdita della fede, che è molto più di un pericolo, E’ una vera e propria catastrofe.

Perdendo la fede si perde Dio, la sua presenza, il suo aiuto, la sua protezione. Si perde la salvezza che solo Lui può dare e il senso della vita che senza di Lui diventa una fatica inutile.

Eppure le persone fra le quali viviamo e che da cristiane sono diventate pagane, non avvertono questo cambiamento come una disgrazia, ma come una crescita, un risveglio, una conquista di libertà.

Ma infine che cosa hanno guadagnato? Sono forse più libere, più sagge, più felici? Che cosa vedono spingendo lo sguardo in avanti? Qualcuno che li salva dalle sofferenze, dal male e dalla morte?

Vagano senza una meta, in balia della confusione, dell’incertezza e dell’angoscia. Piangono, si lamentano e gridano, ma chi li consola se il cielo è vuoto?

L’astuta serpe li ha ingannati e li ha trascinati nella palude del “mondo senza Dio” nella quale affogare senza speranza.

La Regina della pace è qui per arginare questa immane tragedia ed esorta a vigilare perché le tenebre non afferrino anche noi con la loro falsa luce.

Infatti chi potrà aiutare queste anime ammalate e prossime alla morte spirituale se non coloro che la Madre ha chiamato per questa missione?

Nella preghiera umile e perseverante diventiamo luce, pace, gioia e speranza, con le quali risollevare chi giace nelle tenebre e nell’ombra della morte.

Riempiamoci di Dio e del suo amore e arricchiamo chi lo ha perso.

Vostro Padre Livio