IL MIRACOLO DELLA  CONVERSIONE

Da krsna a Cristo

Buon giorno caro padre Livio ho ascoltato stamattina la TRASMISSIONE SULLA LETTURA CRISTIANA DELLA CRONACA E DELLA STORIA,durante la quale hai parlato del video che ti hanno fatto vedere dove tanti giovani seguivano una religione indù, poi quando hai parlato degli Hare Krsna  che avevano la loro radio  prima di  Radio Maria, ho deciso di inviarle la mia testimonianza, perché sarei veramente una anima ingrata verso Dio se non lo facessi.  Penso che la vera conversione di una persona avviene attraverso un  incontro , l’ incontro della propria anima con Dio ( cioè con Gesù), se questo non avviene durante la vita può dipendere dal fatto che nessuno  (amici ,  genitori, ecc.) abbia pregato con questo scopo, oppure perché non c’ è stata una vera ricerca interiore della verità .

 Per alcuni anni seguire gli Hare Krsna è stato per me come seguire la vera religione, non sapevo che era una setta , condividevo il concetto di Karma, reincarnazione, astrologia, ecc. leggevo la Bhagavadgītā e gli insegnamenti di Krsna ad Arjuna, e recitavo continuamente il mantra ( con una coroncina simile a quella che si recita il Rosario, ma con un numero diverso di grani e senza la croce).

 Prima ho parlato di ” setta” perché nel frequentare questi centri di spiritualità indù, si formava una sorta di manipolazione mentale sia  per i devoti che per i simpatizzanti di questa pseudo religione. Addirittura venni a sapere in seguito ( cioè dopo la mia conversione) che alcune persone si sono rivolte ad un centro di igiene mentale per uscire dall’ influenza di questa setta. Devo dire in tutta umiltà che se non fosse stato per le preghiere che qualche anima buona ha fatto per me ( molto probabilmente i miei genitori)  mi sarei mai convertito alla fede cattolica, e sarei mai uscito da quella setta.

 Dopo un periodo di sofferenza ( che non sto qui a descrivere) mi rivolsi a Krsna, recitavo il mantra, ma  arrivava nessun aiuto, ero disperato non sapevo più come andare avanti, era come se mi venisse a mancare il terreno sotto i piedi. Alla fine una mattina entrai in una chiesa ( non lo facevo da anni) era stata aperta da poco , per questo motivo era ancora vuota, giunto al primo banco mi inginocchiai e rivolsi lo sguardo ad un immagine della Madonna col Bambino Gesu  in braccio (che stava sull’ altare ).

I miei occhi fissarono i Suoi per più di un ora,e offrii tutto me stesso, tutta la mia vita, il mio futuro, il mio lavoro, la mia famiglia, ecc. chiedendole di aiutarmi, di liberarmi da quella sofferenza e da tutte quelle influenze che avevano condizionato tutta la mia vita. Qui avvenne il ” miracolo” perché la Mamma Celeste ebbe pietà di me,  mi libero’ da tutto quello che avevo creduto e seguito fino a quel momento  “mi prese per mano e mi portò da suo Figlio Gesù”, e la mia vita cambiò completamente.

 Quella mattina mi confessai ( non lo facevo da diversi anni ),  durante la messa mi comunicai sentii la vera presenza di Gesù : il Suo Corpo, il Suo Sangue e la Sua Divinità, nell’ Eucaristia. Quella verità che avevo cercato per tutta la vita si era fatta trovare da me. Una grande pace riempi il mio cuore e quella grande inquietudine che mi spingeva sempre  a cercare la risposta a tutti i miei interrogativi, riguardo al futuro, alla vita, alla sofferenza, ecc. sparirono completamente

 L’ ascolto di Radio Maria ( con le tue catechesi giovanili e la lettura del diario di Santa Faustina Kowalska di Roberta), fecero il resto. Per me è stato come morire e rinascere a nuova vita. Non è stato un centro di igiene mentale a liberarmi, ma l’ Amore della Mamma Celeste , della Infinita Misericordia di Dio e l’ ascolto di Radio Maria, sentirmi completamente libero da tutti quei lacci che fino a quel momento  mi tenevano legato fu come aprire una porta su di una nuova realtà che non conoscevo ancora, o perlomeno conoscevo in maniera molto superficiale.

Sta di fatto che dopo la mia conversione sentii anche la presenza e l’influenza che  i santi hanno avuto nella mia vita, con la loro protezione intercedono per noi presso Dio e ci aiutano ad andare avanti  , anche nelle tribolazioni e nelle sofferenze. Per questo devo ringraziare te padre Livio, Roberta, e Radio Maria, perché siete stati una finestra aperta sulle realtà del Cielo, e attraverso questa finestra giungono a noi i Raggi della Misericordia di Dio. Grazie di cuore

Gianni da Bari