Condivisione  e consigli

Carissimo Padre Livio,

Innanzitutto ringrazio Dio per gli strumenti che mette nelle mie mani al momento giusto. In questo periodo della mia vita lo strumento usato per guidarmi è proprio Radio Maria, le vostre preghiere e le sue catechesi. 

Sentirla parlare ha riacceso nuovamente e ancora più forte il mio amore per la Madonna e per i suoi messaggi. 

La Madonna appare da 40 anni tutti i giorni ma viviamo come se questo non accadesse… Sentirla parlare della Madonna e dei suoi messaggi è un grande dono per me e mi riporta sull’unica strada giusta che è quella di Cristo.

Grazie!

Mi riempio di gioia, di pace e di speranza, in questo periodo in cui tutto sembra volerci schiacciare nella paura e nell’angoscia come se già non bastassero le paure che derivano dalle nostre ferite interiori e da una vita immersa in una società senza Dio. 

In merito alla comunicazione e ai mass media sono d’accordo con lei e con i suoi ascoltatori. Per certi versi però mi sembra a volte che non abbiamo scampo se non per grazia di Dio. Sono mamma di una bambina di 5 anni che maneggia smartphone e tablet da quando è nata, posso dire per colpa mia e del padre. Ci unuformiamo troppo facilmente alle abitudini mondane e senza accorgercene ne diventiamo terribilmente schiavi.

Cartoni e programmi per bambini sono a dir poco diseducativi e le nuove applicazioni come Disney plus, Netflix, prime video hanno sezioni per bambini che riportano film e video che non sarebbero adatti nemmeno per gli adulti. La maggior parte dei cartoni, serie e film riportano stereotipi e idee che vengono inculcate nella testa dei bambini che poi ripetono frasi e imparano concetti di cui non capiscono nemmeno il senso ma che diventano il loro modo di pensare. Le donne devono essere belle, alla moda per essere accettate dagli uomini. Devono avere successo e ricchezza per essere interessanti e per essere degne di considerazione. La pubblicità crea falsi bisogni e crea dipendenze. Ed è ovviamente strumento del male per corrompere le coscienze sin dall’infanzia. 

Mia figlia è dipendente dalla TV e dai giochi pubblicizzati. Ogni giorno ne chiede uno nuovo e non comprende la bellezza di quello che ha già e a soli 5 anni misura la sua felicità e infelicità sulla base di quello che ha o non ha.

Se non guarda la TV o il cartone che le piace piange e si dispera come se esistesse soltanto quello. Per non parlare poi di incantesimi, magie, streghe.. Ma dove sono programmi per bambini che raccontano di Gesù Cristo, dei santi, della Madonna? 

Cerco adesso di staccarla pian paino dalla sua dipendenza ma sono una mamma sola e a volte per fare una telefonata o per lavorare le accendo la TV.

Sono fiduciosa che riuscirò a disintossicare anche lei pian piano.. Anche se il padre ha anche lui il suo ruolo ed ha una visione diversa dalla mia ritenendo giusto far guardare TV e cartoni a mia figlia la sera e non solo, vanificando in parte i miei sforzi.

Non nego di essere preoccupata per l’anima di mia figlia che è così intaccata dai progetti del maligno. 

Fortunatamente non mi privo di ascoltare coroncine e rosari e il periodo iniziale della pandamia che ci ha chiuso in casa ci ha dato la grazie di poter seguire messe tutti i giorni e rosari tutti i giorni così mia figlia si è abituata a questo e ascolta.

Ultimamente mi chiede di ascoltare radio Maria e si addormenta a volte con voi 

Una volta ha sentito in una sua catechesi che dopo l’apocalisse ci saranno cieli nuovi e un mondo nuovo senza morte e senza sofferenza, ha sbarrato gli occhi e mi ha detto: mamma ma è vero??? Era felicissima… Allora tu non morirai??

Il giorno dopo pregava mentre era da sola in bagno e quando sono entrata mi ha detto: mamma mi hai disturbato! Stavo pregando il Signore che questo periodo in cui tu non muori arrivi presto!

Grazie quindi a voi che siete davvero una voce cristiana nella nostra casa e nella nostra vita. 

sempre.