Che cosa fare  davanti a questa guerra?

Grazie P.Livio per aver parlato della “caverna oscura”, della “ferita esistenziale” dovuta alla perdita del Paradiso.

Davanti alla guerra iniziata da Putin, mi sono chiesta come è possibile non rispondere con le armi, eppure la Madonna ci chiede di aiutarla con la preghiera, il digiuno, la rinuncia, la conversione, la fede, per dare voce ai poveri, ai calpestati in questo mondo senza Dio. 

Vediamo il popolo Ucraino pregare, molti cristiani pregano per la Pace, ma cosa significa lasciarci guidare dalla Madonna: certo se riusciamo a essere fedeli alle sue richieste la fede sposta le montagne ma concretamente cosa poteva fare il popolo Ucraino?  cosa possiamo fare?

Come lei ci ha segnalato la Madonna è intervenuta nel passato, dobbiamo forse affidarci completamente a Dio, aspettare e sperare nel Loro intervento, comunque di concreto c’è molto nelle richieste della Madonna.

Regina della Pace  prega per noi.

Stefania

Cara Stefania,

La Madonna  ci ha indicato l’ispiratore della  guerra, il demonio, che vuole impossessarsi delle  nostre anime con  l’odio e tutte  quelle crudeltà che la guerra  manifesta.  Nel  medesimo tempo vuole  distruggere  il  mondo e le nostre vite con gli ordigni  che siamo pronti ad  usare.

Le  uniche armi per  fermare  il  demonio e quindi la guerra sono la  preghiera  e  il digiuno, come ci insegnano concordemente  la  Madonna e  il  Papa. 

Ci viene anche chiesto uno sguardo di particolare  amore ”  per tutti coloro che sono calpestati,  poveri e non hanno voce in questo mondo senza Dio”.

Noi dobbiamo fare questo con  la certezza che la potenza di Dio opererà  per fermare  i  piani iniqui dell’impero delle tenebre.

Ciò non toglie  che noi possiamo farci un giudizio sulla realtà e distinguere,  ad  esempio, fra  chi è  l’aggredito e chi l’aggressore, anche se  spesso i torti e  le ragioni si aggrovigliano. 

Ciò che  invece dobbiamo evitare  è che l’odio e  la vendetta  entrino nei nostri cuori perché ucciderebbero le nostre anime.

Anche   nella guerra  di Bosnia i giovani di Medjugorje hanno combattuto in difesa delle  loro terra  e delle loro case,  ma senza odio nel cuore e fortificati dalla   preghiera.

Non  dimentichiamo che,  grazie  alla  preghiera,  Dio da un  grande male  può trarre  un grande  bene.

Questo accadrà  se  siamo fedeli e  perseveranti

Vostro Padre  Livio