TESTIMONIANZA DRAMMATICA DI PADRE ALEKSEJ A KIEV

Buongiorno, sono padre Aleksey e sono il direttore di Radio Maria Ucraina. Adesso mi trovo proprio nello studio di Radio Maria a Kiev. Questa mattina è stata difficile per noi perché proprio alle 8, mentre ero in studio per fare le trasmissioni, i russi hanno fatto un attacco con i missili contro l’Ucraina, Kiev e altre città. Qui ci sono state tante esplosioni, le abbiamo sentite anche qui a Radio Maria. Come risultato di questo attacco ci sono morti, tante distruzioni nelle nostre città ma i russi sparano non contro gli oggetti militari ma a Kiev le bombe sono cadute nei parchi e nei luoghi dove i bambini possono giocare, anche sulle strade. Non si capisce perché fanno questo. Probabilmente vogliono spaventarci. Oltre a questo, sparano anche sulle infrastrutture, quindi proprio in questo momento Radio Maria non funziona in alcune città, non so esattamente dove. Sicuramente non funziona a Lviv, Kharkiv e in altre città. In altre città sembra che funzioni, ma ci sono dei problemi. Abbiamo questa mattina abbastanza difficile per noi. La guerra continua, purtroppo. Posso dire che più o meno la sensazione di tanta gente con cui ho parlato adesso è di paura perché le esplosioni sono dappertutto, in tutte le città, ma è diverso perché tutti già pensano a come finire questa guerra. Pensano alla vittoria dell’Ucraina, alla fine di tutto questo male. Adesso a Radio Maria non sono arrivati tutti i conduttori, solo alcuni sono presenti perché la metropolitana non funziona, la gente si nasconde nelle metropolitane contro queste bombe. Adesso abbiamo un po’ cambiato il nostro orario e penso che riusciremo a pregare ancora di più. Chiedo a tutti gli ascoltatori di Radio Maria di pregare per noi. Abbiamo bisogno della vostra preghiera. Chiediamo alla Madonna che finisca questa guerra. Proprio in questa settimana, venerdì, in Ucraina c’è la festa della Protezione della Madre di Dio (Pokrova). È una festa di tradizione orientale, mostra la Madonna che con il suo manto copre il popolo. Quindi adesso chiediamo alla Madonna di coprire con il suo manto le nostre città, le nostre famiglie contro tutti questi missili e le bombe. Chiedo a tutti gli ascoltatori di Radio Maria di pregare per noi. Grazie.